Mercoledì, 25 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Reddito di cittadinanza, percettori impiegati nelle scuole: si fa strada l'ipotesi
FDI

Reddito di cittadinanza, percettori impiegati nelle scuole: si fa strada l'ipotesi

Potrebbero essere i percettori del Reddito di Cittadinanza a dover coprire i buchi all'interno delle scuole, dove al momento vi è una carenza di organico. La proposta arriva da Fratelli d'Italia.

"Impieghiamo i percettori di reddito di cittadinanza, non ancora occupati, nelle scuole per colmare le carenze di organico tra i collaboratori. Un modo semplice ed efficace che garantirebbe un’occupazione stabile a migliaia di italiani, ma soprattutto riuscirebbe a dare un concreto contributo per risolvere l’emergenza sanitaria nelle scuole. Con l'inizio dell’anno scolastico sarà indispensabile una maggiore presenza a supporto delle attività quotidiane. L’impiego dei percettori di reddito di cittadinanza, all’interno dei plessi scolastici, servirà per intensificare l’attività di sorveglianza, igienizzazione e pulizia arredi e locali" hanno dichiarato i deputati di Fratelli d’Italia, Carmela Ella Bucalo e Paola Frassinetti, rispettivamente responsabile scuola del dipartimento istruzione di Fdi e vicepresidente commissione Cultura.

Per Fratelli d'Italia dunque chi prende il reddito di cittadinanza dovrebbe essere impiegato per svolgere un lavoro vero e proprio, facendo fronte alle difficoltà in questo nuovo anno di scuola. Al momento si tratta solo di una proposta: dovrà essere il Governo a esprimere un parere a riguardo.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X