Lunedì, 06 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Coronavirus, Meccatronica: "Dispositivi di protezione 'made in Sicily' e non in Cina"
IMPRESE E OCCUPAZIONE

Coronavirus, Meccatronica: "Dispositivi di protezione 'made in Sicily' e non in Cina"

coronavirus, mascherine, Sicilia, Economia
Mascherine prodotte dal Distretto Meccatronica

"Un 'Patto per la Sicilia' per sostenere le imprese e l’occupazione attraverso politiche di sviluppo e di incentivazione del 'made in Sicily', declinando nell’isola la proposta fatta dal presidente di Confindustria Carlo Bonomi per evitare la perdita di un milione di posti di lavoro e il tracollo del sistema Paese". A lanciarla è Antonello Mineo, presidente del Distretto produttivo Meccatronica, che raggruppa oltre 150 aziende con 3mila dipendenti.

"In Sicilia la situazione, più che nel resto d’Italia, è drammatica come dimostrano le previsioni su Pil e disoccupazione - avverte Mineo - Il governo Conte ha adottato misure tampone, adesso è il momento di accelerare e serve il coinvolgimento di tutte le istituzioni e delle parti sociali".

"All’inizio della pandemia con enormi sacrifici e investendo capitali propri Meccatronica ha supportato il sistema Sicilia attraverso la produzione di Dpi (mascherine, gel igienizzante, visiere in 3d) riconvertendo i propri asset produttivi - dice Antonello Mineo - e abbiamo trovato il sostegno del governo Musumeci e del Parlamento regionale che nella finanziaria hanno creato un fondo ad hoc, in capo a Irfis, a sostegno delle imprese che hanno investito e aspettiamo con ansia che quelle risorse vengano assegnate. Purtroppo, e con grande rammarico, abbiamo la sensazione che a livello nazionale si stiano commettendo gli stessi errori fatti all’inizio della pandemia quando piuttosto che puntare sulle aziende italiane il governo si è rivolto quasi in maniera esclusiva alla Cina per gli approvvigionamenti di Dpi distribuendo produzioni non sempre aderenti alle normative di conformità europee». Meccatronica lancia così un appello alle istituzioni, a tutti i livelli, "perché si attivino strumenti di sostegno all’apparato produttivo italiano e al 'made in Sicily' per dare supporto al nostro sistema e garanzie ai cittadini, soprattutto alla luce della nuova diffusione del Covid-19".

A giorni due importanti imprese siciliane inaugureranno nuovi impianti per la produzione di Ffp2, Ffp3, tute e guanti chirurgici con le certificazioni dei laboratori autorizzati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X