Mercoledì, 03 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Amazon annuncia la creazione di 1.600 nuovi posti di lavoro in Italia
ASSUNZIONI

Amazon annuncia la creazione di 1.600 nuovi posti di lavoro in Italia

Amazon annuncia la creazione per quest’anno di 1.600 posti di lavoro in Italia. Il colosso dell’e-commerce specifica che si tratterà di contatti a tempo indeterminato. Un’accelerazione rispetto a quanto fatto l’anno precedente (1.400 nuovi posti). L’azienda fondata da Jeff Bezos decide così, nell’anno segnato dalla pandemia, di portare avanti i suoi programmi di sviluppo nella Penisola. La forza lavoro di Amazon in Italia salirà, si legge nella nota dell’azienda, «a un totale di 8.500 dipendenti, rispetto ai 6.900 di fine 2019, in più di 25 sedi in tutta Italia».

Le assunzioni andranno a rafforzare gli organici nei vari punti Amazon presenti nel Paese, da Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza, il primo centro logistico aperto in Italia nel 2011, a Passo Corese, in provincia di Rieti, passando per Vercelli. Lo scorso anno l’azienda ha inaugurato un quarto centro di distribuzione, in provincia di Torino, a Torrazza Piemonte. E per il 2020, viene ricordato, «è stato già pianificato un investimento di più di 140 milioni di euro per la costruzione del quinto e del sesto centro di distribuzione. Verranno aperti a Castelguglielmo/San Bellino (Veneto) e Colleferro (Lazio)» a fine anno. Le nuove opportunità di lavoro toccano le altre realtà italiane di Amazon, che includono anche i centri di sviluppo di Asti e Torino dedicati anche all’intelligenza artificiale.

Quanto al 2019 gli investimenti effettuati in Italia nel 2019 sono saliti, viene fatto sapere, «a 1,8 miliardi di euro». E  "per effetto indiretto di questi investimenti, più di 120.000 posti di lavoro sono stati creati». Nel 2019, dice Amazon, «il nostro contributo fiscale complessivo è stato di 234 milioni di euro. Si divide in due
parti: le imposte sostenute direttamente da Amazon sono pari a 84 milioni di euro. Le tasse versate come datore di lavoro ne costituiscono una parte importante; le imposte indirette che abbiamo raccolto per ulteriori 150 milioni di euro come risultato delle nostre attività in Italia». Questi i conti quando manca poco al decimo compleanno di amazon.it. La piattaforma debuttò il 23 novembre del 2010.

«In 10 anni abbiamo investito oltre 5,8 miliardi di euro nell’economia italiana e nei suoi talenti, impiegando stabilmente migliaia di persone che ricevono fin dal primo giorno una retribuzione competitiva e benefit», riassume la country manager Mariangela Marseglia. Dal 2010 al 2019, Amazon infatti, si spiega nel comunicato, "ha effettuato investimenti diretti nelle operazioni in Italia per oltre 5,8 miliardi di euro. Ciò include sia le spese in conto capitale sia le spese operative». E secondo «lo studio Keystone - analisi che viene riportata dalla stessa azienda - Amazon ha contribuito al prodotto interno lordo (Pil) in Italia per 7,6 miliardi di euro tra il 2010 e il 2019. Un valore è pari a circa 1,5 volte il Pil annuale della Regione Valle d’Aosta».
(ANSA).

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X