Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
IL SUSSIDIO

Reddito di cittadinanza, al via il pagamento di novembre. Il ministro: ora più controlli

di
reddito di cittadinanza, Roberto Gualtieri, Sicilia, Economia
Reddito di cittadinanza

Il 27 novembre è il giorno del pagamento della ricarica del reddito di cittadinanza. A chi spetta? A chi ha presentato la domanda da marzo fino a settembre. Per chi invece lo ha fatto a ottobre, il primo pagamento avviene o è avvenuto contestualmente alla consegna della carta da parte di Poste, già a partire dalla seconda metà di novembre.

Coloro che hanno presentato la domanda questo mese, dovranno attendere l'elaborazione e le disposizioni di pagamento che saranno inviate a Poste a partire dal 15 dicembre. Successivamente avverrà la distribuzione della card con l'accredito spettante.

Intanto, arriva la certezza che il reddito di cittadinanza nel 2020 non si tocca. Il sussidio sarà al centro della manovra 2020, come ha confermato il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in un'intervista a diMartedì, trasmissione condotta da Giovanni Floris.

"Non aboliremo il reddito di cittadinanza, una misura universale di sostegno alla povertà e ai redditi più bassi esiste in tutta Europa ed è giusto che anche l'Italia la abbia - ha detto -. Ma stiamo da una parte rafforzando i controlli, e soprattutto dobbiamo intervenire per rafforzare il secondo pilastro, quello dell'avviamento al lavoro".

La linea del governo è chiara sul reddito di cittadinanza e oltre a Gualtieri, nelle ultime ore anche il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ne ha ribadito la centralità nella politica economica dell'esecutivo. In Italia, "i principali interventi varati negli ultimi mesi sono il reddito e la pensione di cittadinanza. Misure necessarie - ha spiegato il ministro Catalfo - visto l'aumento esponenziale della povertà assoluta e relativa negli anni della crisi economica.
Infatti, in una decade, il numero di poveri, che nel 2008 si attestava a 2,1 milioni, è arrivato a superare i 5 milioni di individui",  ha aggiunto sottolineando inoltre la crescita del fenomeno dei working poor. In soli 7 mesi dall'approvazione della relativa legge, il reddito e la pensione di cittadinanza hanno avuto un grande sulla diminuzione delle disuguaglianze, ha detto il ministro citando anche la messa in atto di un sistema di potenziamento e riforma delle politiche attive del lavoro, con i Centri per l'Impiego pubblici e il sistema informativo unitario.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X