Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
MANOVRA

Premi fino a 2 mila euro per chi paga col bancomat il meccanico o l'idraulico

manovra, Sicilia, Economia
Pagamenti col bancomat

Rimborsare chi fa acquisti tracciabili. Spunta ora un sistema a punti che premierà di più chi paga con carte e bancomat il meccanico o l'idraulico, rispetto a chi abitualmente già passa il bancomat per fare la spesa al supermercato. Il governo studia gli ultimi particolari di una delle misure chiave per promuovere i pagamenti elettronici che potrebbe fruttare ai più virtuosi fino a 2mila euro di cashback.

Per spingere la moneta elettronica saranno necessari anche "tagli drastici" delle commissioni, il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri ne è consapevole e non nasconde le intenzioni del governo. "Ai fini di una maggiore tracciabilità e trasparenza delle transazioni commerciali in chiave anti-evasione, il Governo intende agevolare i
pagamenti elettronici riducendo drasticamente i costi delle transazioni non in contanti" ha detto Gualtieri all'inaugurazione dell'anno di studi 2019-2020 della Guardia di Finanza.

La riforma dovrebbe partire a luglio e sarà quindi in vigore nella seconda parte del 2020. L'obiettivo è non favorire quanti utilizzano già normalmente le carte di credito, ottenendo così la maggiore ampiezza possibile dei destinatari, a fine anno, del cashback.

Intanto, la stretta penale resta uno dei nodi da sciogliere per le modifiche al decreto fiscale, con Italia Viva che aveva chiesto addirittura l'abolizione dell'articolo. Buone chance per il bonus per gli airbag da moto, sostenuto dal Movimento 5 Stelle e dalla relatrice, la presidente della commissione Bilancio Carla Ruocco. Da decidere ancora se si interverrà con una norma sulle commissioni bancarie: la richiesta arriva dalle opposizioni ma anche dal Pd, che ha presentato un emendamento per azzerarle entro i 15 euro.

I Dem puntano a diverse modifiche anche della manovra, e non solo sui temi più discussi, dalla plastic tax alle auto aziendali: nel pacchetto di emendamenti prioritari, presentati insieme al segretario Nicola Zingaretti, il Pd chiede ad esempio di portare da 7 a 10 giorni il congedo per i papà, di destinare più risorse al Fondo per la non autosufficienza e per il contrasto della violenza sulle donne. Mentre tutti i gruppi chiedono che si intervenga contro bullismo e cyberbullismo, con un emendamento della commissione Infanzia e adolescenza che chiede fondi per preparare i prof. +Europa rilancia invece la storica battaglia radicale per legalizzare la cannabis, che potrebbe portare fino a 6 miliardi nelle casse dello Stato.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X