Domenica, 25 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Consumi, Confcommercio: "Natale tra tradizione e high-tech"
AUMENTA LA SPESA

Consumi, Confcommercio: "Natale tra tradizione e high-tech"

Tra i prodotti maggiormente acquistati salgono i giocattoli per i bambini (51,1% contro il 48,7% del 2017), i libri e gli e-book (44,8% contro il 43,5%), i trattamenti estetici si attestano al 37,9% (nuovi prodotti), biglietti per concerti e spettacoli per il 32,3% (nuovi prodotti), i vini e liquori (29,3% contro il 27,7%), carte regalo e/o buoni digitali per il 28,7% (nuovi prodotti), smartphone (17,7% contro il 16,1%), giochi elettronici (16,6% contro il 14,1%), musica e film digitali per il 15,9%, gioielli (12,7% contro il 12,3%), computer e accessori (10,8% contro il 9,1%), prodotti per animali (rilevati per la prima volta nel 2018) per il 7,7%, viaggi (5,9% contro il 5,2%), tablet e kindle (5,8% era 3,3% nel 2017). In calo: i capi di abbigliamento, i prodotti per la cura della persona, le calzature, gli articoli sportivi, elettrodomestici e mobili. Il 93% dei consumatori stanzierà un budget non superiore ai 300 euro per i regali di Natale (erano 93,1% nel 2017).

Nel dettaglio, sono lievemente aumentati coloro che nel 2018 hanno dichiarato di essere intenzionati a spendere tra i 100 e i 300 euro, essendo il 63,9% (contro il 63,2% del 2017). In aumento anche la spesa media che nel 2018 è risultata pari a 171 euro contro i 166 del 2017 e i 164 del 2016.

Il dato è confermato anche dal lieve aumento della percentuale dei consumatori che intendono spendere oltre i 300 euro per i regali di Natale 2018: 7% contro il 6,9% del 2017 e il 6,7% del 2016. Leggermente in aumento nel 2018 coloro che dichiarano di avere messo in preventivo per gli acquisti dei regali una cifra superiore rispetto a quella dello scorso anno: è pari al 5,4% contro il 4,8% del 2017 e il 4,6% del 2016. La quasi totalità dei consumatori pagherà immediatamente i propri acquisti senza ricorrere a nessuna forma di rateizzazione della spesa. Il 42,1% pagherà i propri acquisti prevalentemente in contanti, il 31,7% in prevalenza tramite bancomat ed il 26,2% in prevalenza con la carta di credito. Il 53,9% dei consumatori prevede di acquistare i regali di Natale in prevalenza nei primi 15 giorni di dicembre 2018. Lievemente superiore la percentuale di coloro che intendono acquistare i regali tra il 16 e il 31 dicembre 2018, 17,8% (+0,3 punti percentuali rispetto al 2017), a ridosso quindi delle festività.

In continua crescita la percentuale di italiani che ricorrono al web per effettuare i regali di Natale: erano soltanto il 3,8% nel 2009, dopo tre anni, nel 2012, questa percentuale era già salita al 28,3%, nel 2015 è salita al 39,6%, nel 2016 al 44%, nel 2017 al 47,8% e oggi, in occasione del Natale 2018, l’acquisto sul web interesserà il 50,8% dei consumatori. In diminuzione il dato sugli acquisti di Natale che saranno effettuati presso i punti di vendita della grande distribuzione organizzata (74,1% rispetto al 75,7% del 2017). In leggero aumento, rispetto al 2017, l’utilizzo dei punti di vendita della distribuzione tradizionale. Leggermente in calo gli outlet e in aumento i mercatini e i punti vendita del tipo "commercio equo e solidale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X