Mercoledì, 27 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Usati meno voucher, l'Inps: merito delle nuove norme su tracciabilità
DATI DICEMBRE 2016

Usati meno voucher, l'Inps: merito delle nuove norme su tracciabilità

ROMA. Con le norme sulla tracciabilità dei voucher entrati in vigore dalla seconda metà di ottobre si ferma la corsa all'acquisto dei buoni lavoro che a dicembre resta in linea con quello di dicembre 2015. Lo scrive l'Inps nel Rapporto sul precariato pubblicato oggi spiegando che a dicembre sono stati venduti 11,5 milioni di voucher a fronte degli 11,4 milioni venduti a dicembre 2015.

Nell'intero anno sono stati venduti 133,8 milioni di voucher con un incremento del 23,9% sul 2015. Da ottobre - scrive l'Inps - c'èe stata una significativa flessione».

Nei primi 11 mesi mesi del 2016 sono stati stipulati 1.506.413 contratti a tempo indeterminato (comprese le trasformazioni) a fronte di 1.440.424 cessazioni di rapporti stabili. Il saldo positivo è di 65.989 unità con un -90% su quello di primi 11 mesi 2015 (660.626), quando però per le assunzioni a tempo indeterminato era in vigore l'esonero totale dei contributi.

Le nuove assunzioni stabili escluse le trasformazioni sono state 1.145.590 con un calo del 32,3% sui primi 11 mesi del 2015. Nel 2016 le aziende hanno richiesto all'Inps 581 milioni di ore di cassa integrazione, con un calo del 14,8% rispetto all'intero 2015. L'Inps è il dato più basso dopo il 2008.

A dicembre 2016 sono state chiesti 37,7 milioni di ore di cassa integrazione, in linea con il dato di novembre (37,9 milioni e in calo rispetto a dicembre 2015 (-11%). A dicembre sono state autorizzate nel complesso 37,7 milioni di ore con un calo dello 0,1% rispetto a novembre e dell'11% rispetto a dicembre 2015.

Le ore di cassa integrazione ordinaria autorizzate nel mese sono state 10,4 milioni con una crescita del 2,1% su novembre e del 31,8% su dicembre 2015. Le ore di cassa straordinaria autorizzate sono state 22,3 milioni con un calo del 9% su novembre e una riduzione del 20% su dicembre 2015. Le ore di cassa in deroga autorizzate sono state 5 milioni con un aumento del 62,9% su novembre e un calo del 24,3% su dicembre 2015.

Se si guarda all'intero anno le ore di cig ordinaria autorizzate dall'Inps sono state 137,5 milioni contro i 183,8 del 2015 (-25,1%) mentre le ore di cassa straordinaria sono stati 387 milioni contro 400,3 (-3,33%) e quelle in deroga 57,1 milioni contro 98,4 (-41,9%).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X