Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Export in calo nel 2016, ma Sud +12%. Male la Sicilia
ISTAT

Export in calo nel 2016, ma Sud +12%. Male la Sicilia

ROMA. Nel primo trimestre del 2016, le esportazioni italiane sono in calo (-0,4% sull'anno), ma le regioni del Sud vedono una crescita tendenziale del 12,2% e quelle del Centro del 2,3%. La flessione è determinata dal calo delle aree insulare (-20,3%), nord-occidentale (-2,5%) e nord-orientale (-0,1%). Lo comunica l'Istat. Rispetto ai tre mesi precedenti, invece, la diminuzione dell'export interessa tutte le aree: -3,7% per il Centro, -3,3% per il Nord Ovest, -2,8% per il Nord Est e -1,9% per il Sud e le Isole.

Le regioni che danno un contributo positivo maggiore all'andamento tendenziale dell'export sono  Basilicata (+118,6%), Abruzzo (+14,9%), Lazio (+5,5%) e Molise (+151,4%). Al contrario pesano sul dato nazionale i risultati di Piemonte (-7,1%), Sardegna (-38,4%), Liguria (-12,3%), Sicilia (-8,1%), Campania (-4,7%) e Friuli-Venezia Giulia (-3,2%). Più in dettaglio, la diminuzione delle esportazioni di autoveicoli dal Piemonte e di prodotti petroliferi raffinati dalla Sardegna fornisce un contributo negativo alle vendite nazionali sui mercati esteri pari a un punto percentuale. Nello stesso periodo, l'aumento delle vendite di autoveicoli dalla Basilicata (sede della Fca di Melfi), di mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi, dal Lazio e di macchinari e apparecchi n.c.a. da Toscana e Lombardia contrastano la diminuzione dell'export nazionale per oltre un punto percentuale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X