Martedì, 01 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Venerdì nero per il trasporto pubblico, disagi anche a Palermo e Catania
SCIOPERO NAZIONALE

Venerdì nero per il trasporto pubblico, disagi anche a Palermo e Catania

PALERMO. Venerdì nero per il trasporto pubblico in tutta Italia, per lo sciopero generale dei trasporti proclamato dai sindacati. Disagi da Nord a Sud per chi usa i mezzi pubblici, bus, treni e metropolitane.

In Sicilia, lo sciopero riguarda soprattutto Palermo e Catania. Parte del personale Amat, società che gestisce il servizio pubblico urbano del capoluogo siciliano,  ha aderito allo sciopero proclamato dai sindacati autonomi. Già dalle prime ore del mattino si sono registrati i primi disagi: lunghe attese alle fermate e bus stracolmi di passeggeri. Difficoltà soprattutto nelle periferie, anche quelle servite dal tram, sempre gestito da Amat.

Sciopero anche del personale dell'Amt di Catania, proclamato  dalle Organizzazioni sindacali provinciali Filt – CGIL, Fit – CISL, UIL Trasporti, Faisa – CISAL e UGL Trasporti. Il personale viaggiante, aderente all’iniziativa, si asterrà dal servizio dalle 12 alle 16 mentre quello tecnico e amministrativo anticiperà di due ore la fine del turno.

La protesta indetta dai sindacati per l'intera giornata è «contro la guerra e la politica economica e sociale del governo». Le difficoltà maggiori si riscontrano nel trasporto pubblico locale (tpl). Lo sciopero del tpl è articolato nell'arco delle 24 ore in tutte le città, ad eccezione di Roma dove il Prefetto ha limitato dalle 8.30 alle 12.30 la sospensione del lavoro per evitare il rischio di gravi ripercussioni sul sistema di mobilità, considerato che c'era anche la protesta dei taxi, ora rientrata.

Ma a fermarsi non sono solo bus e metro, ma anche treni e aerei. Lo sciopero del personale ferroviario indetto da Cub Trasporti e Sgb è scattato già ieri sera, alle 21, e proseguirà fino alle 21 di stasera: le Frecce dell'Alta Velocità circoleranno regolarmente, in ambito regionale Trenitalia sarà impegnata ad offrire «un adeguato livello di servizio anche al di fuori della fascia oraria di maggiore frequentazione», mentre potrebbero essere cancellati o limitati alcuni treni Intercity e alcuni convogli regionali che non rientrano tra quelli «garantiti».

Garantito anche il collegamento fra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino, con il treno «Leonardo Express» o con autobus sostitutivi.

Nei cieli, dalle 10 alle 14 si fermano i dipendenti di British Airways che operano negli scali aeroportuali italiani per lo sciopero indetto unitariamente da Filt, Fit, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo. Nella stessa fascia oraria incroceranno le braccia anche i lavoratori di Mistral Air.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X