Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Regione, il flop dei trasferimenti E nei dipartimenti carenza di impiegati
TRASFERIMENTI

Regione, il flop dei trasferimenti
E nei dipartimenti carenza di impiegati

di

PALERMO. Con i trasferimenti d’ufficio alla Regione mai partiti, la riorganizzazione dei dipartimenti in corso, i prepensionamenti ormai nel vivo e gli uffici che si svuotano, ora il governo regionale pensa addirittura a una soluzione estrema: delocalizzare le pratiche, spostare cioè i carichi di lavoro direttamente negli uffici periferici dove i dipendenti abbondano rispetto alle sedi centrali degli assessorati.

In quelle stanze, a Palermo, è in corso «una vera e propria emergenza». A metterlo nero su bianco adesso sono persino i Cobas Codir, che contro la circolare varata dall’ex assessore alla Funzione pubblica, Giovanni Pistorio, per spostare entro 50 chilometri i dipendenti regionali, hanno fatto ricorso al Tar.

Dagli uffici che si occupano di pagare le pensioni, «con ritardi anche di 5 mesi», a quelli che curano le pratiche di progetti per l’occupazione dei giovani, con centinaia di tirocini svolti e non pagati, alla Regione è di nuovo allarme.

In tre mesi e mezzo la circolare per trasferire i dipendenti nel raggio di cinquanta chilometri non è mai stata utilizzata. Il tempo però stringe e se già diversi settori nevralgici dell’amministrazione avevano carenze di personale, ora la situazione rischia di precipitare.

 

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X