Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Crisi in Medio Oriente, scattano gli aumenti di prezzo della benzina
CARBURANTI

Crisi in Medio Oriente, scattano gli aumenti di prezzo della benzina

ROMA. L'escalation della crisi in MO, che ha spinto il petrolio ai massimi da un paio di settimane, si riflette sui prezzi della benzina. Secondo Staffetta Quotidiana, hanno messo mano ai listini Eni (+2 cent sulla benzina, +1 sul diesel), Esso (+0,5 cent su entrambi), Q8/Shell (+1 cent su entrambi) e TotalErg (+1 cent su benzina, diesel e Gpl). Le medie di Staffetta vedono benzina self service a 1,458 euro (-0,1 cent), diesel a 1,327 euro (-0,1 cent). Benzina servito a 1,545 euro (-0,1 cent), diesel a 1,418 euro (-0,1 cent). Anche Quotidiano Energia segnala una raffica di aumenti sulla rete carburanti italiana a causa della crisi mediorientale. A ritoccare all'insù i prezzi raccomandati di verde e gasolio sono Eni (rispettivamente +2 e +1 cent), Q8-Shell (+1 cent), TotalErg (+1 cent) ed Esso (+0,5 e +1 cent). Il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della verde va, a seconda dei diversi marchi, da 1,450 a 1,491 euro (no-logo 1,442). Per il diesel si rilevano prezzi medi self che passano da 1,322 a 1,358 euro (no-logo a 1,305). Quanto al servito, per la benzina i prezzi medi nazionali praticati sugli impianti colorati vanno da 1,520 a 1,627 euro (no-logo a 1,469), il diesel da 1,394 a 1,509 euro (no-logo a 1,333) e il Gpl da 0,571 a 0,583 euro (no-logo a 0,553).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X