Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Forestali, si complica il ritorno al lavoro Proteste a sorpresa in tutta la Sicilia
REGIONE

Forestali, si complica il ritorno al lavoro
Proteste a sorpresa in tutta la Sicilia

di
Lo sforamento del patto di stabilità impedisce il pagamento dei lavoratori

PALERMO. Riparte, a sorpresa, la protesta dei forestali. La Regione ha comunicato ai sindacati che sono maturati nuovi problemi per il ritorno in servizio degli stagionali. E subito gli operai sono tornati in strada.
È il primo atto di una nuova ondata di manifestazioni che i sindacati stanno cercando di controllare. Il problema è nato quando la Regione ha comunicato che lo sforamento del patto di stabilità impedisce il pagamento dei forestali malgrado la scorsa settimana siano state individuate risorse fresche: 87 milioni frutto di una delibera Cipe che ha autorizzato a spostare fondi da investimenti e appalti al pagamento degli stipendi.
«A causa della mancanza di liquidità nelle casse della Regione e per lo sforamento del patto di stabilità i forestali siciliani rischiano di non ricominciare a lavorare»: è l’allarme di  Cgil e Flai Sicilia. «Dopo settimane spese per cercare la soluzione al problema, con autorevoli interlocuzioni col  governo nazionale – dice il segretario generale della Cgil Sicilia,  Michele Pagliaro - non si può scoprire d’un tratto che abbiamo scherzato e  che il problema delle risorse resta tutto aperto. L’assessore Baccei -  aggiunge - non poteva certo ignorare una situazione talmente grave da  rischiare di determinare contraccolpi anche in altri settori legati alla  spesa pubblica».
Per Pagliaro «è una situazione che va a demerito del  nuovo Esecutivo. Richiamiamo alla responsabilità il governo - sottolinea  il segretario della Cgil - che deve acquisire consapevolezza del fatto  che ci troviamo in una situazione di allarme sociale».

«I risultati sono sconfortanti. Questo governo appare completamente incapace di mantenere gli impegni e procede tra contraddizioni e approssimazione». Lo sostiene Claudio Barone, segretario generale della Uil Sicilia

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X