Mercoledì, 25 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Scandalo Volkswagen, a rischio anche le auto di polizia e carabinieri
IL CASO

Scandalo Volkswagen, a rischio anche le auto di polizia e carabinieri

Nel mirino dei controlli sono finite le Seat Leon che hanno vinto il bando e che potrebbero essere richiamate dall'azienda per un controllo alla centralina

ROMA. Ci sarebbero anche Pantere e Gazzelle tra le auto coinvolte nello scandalo Volkswagen. Nel mirino dei controlli sono finite, infatti, le Seat Leon (di proprietà Volkswagen) che hanno vinto il bando di Polizia di Stato e Carabinieri e che  potrebbero essere richiamate dall'azienda per un controllo alla centralina.

Le auto sono infatti equipaggiate con il motore 2.0 TDI da 150 CV, uno di quelli al centro della bufera che sta travolgendo il gruppo tedesco. Le Seat Leon consegnate sono omologate Euro 5. Fra le condizioni del bando del Viminale non c’era infatti l’omologazione Euro 6, ma l'Euro 5. E le vetture coinvolte dallo scandalo del software truccato per le emissioni sono proprio quelle omologate Euro 5.

Il bando vinto dal gruppo Volkswagen riguarda la fornitura di 206 auto (100 per la Polizia e 106 per i Carabinieri) e un importo complessivo di circa 9,7 milioni di euro.

Intanto Volkswagen Italia ha inviato una lettera a tutti i concessionari nel nostro Paese chiedendo di sospendere «come misura precauzionale» la vendita, le immatricolazioni e le consegne dei «modelli equipaggiati con motori diesel EA 189 omologati Euro 5». La comunicazione riguarda circa 2.500 veicoli dei marchi Volkswagen, Audi, Seat, Skoda, in attesa di «fare chiarezza» su un particolare software utilizzato sui motori Diesel.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X