Mercoledì, 05 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Consumi: più tecnologia e tempo libero per le famiglie italiane
CONFCOMMERCIO

Consumi: più tecnologia e tempo libero per le famiglie italiane

Questi, in sintesi, i principali risultati che emergono da un'analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio sui consumi delle famiglie italiane tra il 1995 e il 2015

ROMA. Abbigliamento (-8%), mezzi di trasporto (-18,2%), mobili e articoli di arredamento (-28%), alimentazione domestica (-14%) sono le voci di consumo che, dal 1995 ad oggi, hanno registrato le maggiori riduzioni in termini pro capite e, nel paniere di spesa delle famiglie italiane, comunicazioni, tempo libero e vacanze hanno visto aumentare la loro incidenza sul totale dei consumi (dal 23,7% del 1995 al 28% del 2007).

Questi, in sintesi, i principali risultati che emergono da un'analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio sui consumi delle famiglie italiane tra il 1995 e il 2015. Per il 2015, tra le 10 voci di consumo più dinamiche, apparecchi telefonici (+7%), servizi alberghieri e alloggiativi (+4,6%), servizi di trasporto (+3,7%), ristoranti e pasti fuori casa (+3,1%). Dall'analisi delle dinamiche di spesa, scomponendo tra beni e servizi, emerge una sempre più marcata terziarizzazione dei consumi, ovvero un sensibile aumento della domanda di servizi cresciuti in termini reali di oltre il 21% negli ultimi 20 anni; fenomeno che si riflette in una costante crescita della quota di spesa delle famiglie ad essi dedicata passata dal 43,6% del 1995 al 52,6% del 2014.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X