Lunedì, 09 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
VERSO L'INAUGURAZIONE

Expo: 10 milioni di biglietti venduti, Renzi: "L'Italia che non si rassegna"

FIRENZE. «Expo. Siamo a quota dieci milioni di biglietti venduti. I padiglioni sono molto belli. Che forte l'Italia che non si rassegna. #lavoltabuona». Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Matteo Renzi, a quattro giorni dall'inaugurazione di Expo a Milano. 

Due stranieri su tre considerano la cultura e il cibo la principale motivazione del viaggio in Italia grazie a 4.813 prodotti tradizionali censiti dalle regioni, 271 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario, 415 vini Doc/Docg, quasi 21.000 agriturismi e oltre 6.600 fattorie dove acquistare direttamente dagli agricoltori di Campagna Amica.

È quanto emerge dalla prima mappa sulle vie del gusto elaborata dalla Coldiretti per Expo 2015 e presentata oggi a Firenze dalla quale si evidenzia che il 72,7% degli 8 milioni di visitatori stranieri aggiuntivi previsti rimarrà in Italia per un periodo variabile tra le 3 e le 7 notti secondo l'indagine sul turismo Jfc che ha analizzato le aspettative dei turisti stranieri.

L'offerta enogastronomica - sottolinea la Coldiretti - è capillare lungo tutto lo stivale anche se sul podio sale la Toscana con il maggior numero di prodotti tradizionali, di agriturismi mentre si colloca al posto d'onore per vini Doc/Docg e al terzo posto per fattorie di vendita diretta. «È questo il risultato del lavoro di intere generazioni di agricoltori impegnati a difendere nel tempo la biodiversità sul territorio e le tradizioni alimentari», ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che «si tratta di un bene comune per l'intera collettività e di un patrimonio anche culturale che l'Italia può oggi offrire con orgoglio in occasione dell'Expo». Inoltre tra gli stranieri emerge una netta tendenza a preferire alloggi non convenzionali con solo una minoranza del 39% che sceglie alberghi o villaggi mentre il resto, sottolinea la Coldiretti, si divide tra case in affitto (23%), ospiti di parenti o amici (19%) e il resto in strutture diverse come i 21.000 agriturismi (19%), secondo l'analisi Bankitalia sulle presenze in Italia nel 2014.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X