Lunedì, 18 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
VIADOTTO HIMERA

Munafò al Giornale di Sicilia: «Strutture vecchie e forti piogge, cedimenti prevedibili»

“In Sicilia le grandi opere hanno 30-40 anni. Bisogna porsi il tema della manutenzione”. A dirlo in un’intervista sul Giornale di Sicilia oggi in edicola è l’ingegnere capo del Genio civile di Palermo Manlio Munafò. Sulle cause dei recenti cedimenti secondo lui hanno contato molto i fenomeni meteorologi ma anche le strutture vecchie. Da un lato le forti piogge, dall’altro il fatto che il calcestruzzo armato non è eterno. “Moltissime strade hanno 30-40 anni e iniziano inevitabilmente a risentire dell'età. Si deve porre l'accento su quelli che sono gli aspetti della manutenzione, sulle opere in cemento armato”.

Sul Giornale di Sicilia oggi in edicola anche due interviste sul caso Contrada: allo stesso ex superpoliziotto: «Fatta giustizia, ma la mia vita è distrutta»; e al docente di Diritto penale Costantino Visconti:«Sentenza di grande civiltà giuridica»

Leggi le altre notizie in edicola o sul giornale digitale

CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X