Venerdì, 19 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Musica cristiana, la siciliana Lidia Schillaci nel progetto Hillsong: "Ho riscoperto me stessa"
IL PERSONAGGIO

Musica cristiana, la siciliana Lidia Schillaci nel progetto Hillsong: "Ho riscoperto me stessa"

di
Sicilia, Cultura
Lidia Schillaci

Anche la Sicilia presente nel nuovo progetto musicale Hillsong in italiano con Lidia Schillaci. Artista eclettica, dalla voce graffiante, ma allo stesso tempo di una nitidezza e limpidezza capaci di far vibrare le corde di emozioni che faticano ad emergere in chiunque si presta all’ascolto degli ultimi lavori della cantautrice nostrana. Questo lo si nota soprattutto nell’ultimo singolo “Oceani”, brano di fama internazionale della band australiana Hillsong United, tradotto, riadattato e interpretato dall’artista siciliana.

Nata nel 1984 a Palermo, vive fino a 18 anni a Castellammare del Golfo per poi partire e iniziare a realizzare le sue ambizioni artistiche. Fin da tenera età studia musica, dedicandosi particolarmente allo studio del pianoforte, del canto lirico e del Jazz. Dopodiché nel 2002 arriva il debutto in tv, dove ha la possibilità di cantare al fianco di alcuni giganti della musica come: Celine Dion e Phil Collins; giusto per citarne alcuni. Successivamente, qualche anno dopo, inizia una collaborazione con Eros Ramazzotti, e da qui in poi Lidia Schillaci affermerà il suo grande talento.

Tra i tanti nomi con cui ha collaborato vi sono anche quelli di Elisa e Max Pezzali. Nel 2018 si esibisce negli Stati Uniti, tra New York e Boston. Infine, nel 2020, conferma l’abilità come interprete trionfando in “Tale e Quale Show”, il programma trasmesso su Rai1.

Quest’anno, il 2022, è un periodo abbastanza importante e particolare per la cantautrice siciliana. Poiché è stata coinvolta dai The Sun, gruppo punk-rock italiano, nella composizione dell’album “Che magnifico Nome” per il progetto Hillsong in Italiano, prodotto dalla casa discografica, che produce esclusivamente musica cristiana, La Gloria.

Un panorama artistico che in Italia tentennava un po’ a partire, ma il 7 luglio, data di uscita dell’album, il progetto ambizioso a cui ha preso parte Lidia è decollato – tra l’altro la sua è la seconda canzone più ascoltata dell’album sia su Spotify che su YouTube.

Il coinvolgimento della Schillaci è stato improvviso e a raccontare come è andata e a spiegare il suo “Sì” è lei stessa, che dice: “Una sorpresa vera e propria è quella che ho ricevuto per lavorare a questo progetto. Prima di accettare ci ho pensato su parecchio, perché si parla di interiorità e non è stato facile. Conoscevo già questa canzone degli Hillsong, mi ha sempre emozionata. Così ho accettato e ho lavorato al pezzo mesi e mesi, non solo per seguire le linee guida affidateci dal gruppo ma perché è stato come scendere nelle parti più profonde di me. Sono orgogliosa di questo lavoro, è stato un viaggio. C’è tanto di me in ‘Oceani’, in particolare mi ha segnato la frase di una strofa: 'Spirito guidami oltre i miei confini'. Rappresenta la parte più alta di me. Tutto ciò è avvenuto in un momento assai particolare, un punto in cui mi trovavo in un bivio per via di scelte importanti che dovevo fare. L’interpretazione di questo pezzo è stato come un reset che mi ha permesso di superare le mie insicurezze e le mie paure”.

Inoltre, il lavoro di Lidia Schillaci alla canzone “Oceani” punta a raggiungere il cuore di chiunque la ascolti. Per l’artista la fede ricopre un ruolo fondamentale nella vita, così come nel suo percorso professionale. A tal proposito spiega cosa è per lei la fede e dice: “Non voglio scendere nel particolare della fede. Posso dire cosa è per me, cioè una speranza certa che mi permette di connettermi con la parte più profonda di me, rendendomi libera e capace di affrontare qualsiasi difficoltà”.

Infine, la Schillaci esprime se stessa anche per mezzo della scrittura, come dimostra nell’ultimo singolo “Ancora Sola”, che è strettamente legato all’esperienza con il progetto Hillsong in Italiano. Una canzone che mette al centro le scelte, che, sì, contano nella vita, ma è altresì importante la reazione che si ha dopo di esse: “Nella vita possiamo decidere di vivere con il sorriso o con l’autodistruzione, dipende dalla nostra libertà. Ogni giorno facciamo i conti con noi stessi, la forza della fede, la forza interiore, chiamatela come volete – rivolgendosi al di là di ogni credo, tiene a precisare -, ci permette di abbattere ogni limite e vivere veramente”.

Ad aver preso parte alla composizione dell’album “Che Magnifico Nome”, oltre alla cantante siciliana, vi sono: naturalmente i pionieri di questo progetto, i The Sun, Reale, Debora Vezzani, GenVerde, Angelo Maugeri, Dario Urbano, Laboratorio del suono, Luca Fiore e Ilaria Della Bidia.

A proposito dell’attività di Lidia Schillaci, dall'1 agosto proseguirà il suo tour “Ancora Sola Tour” con numerose tappe in Sicilia. Il calendario verrà pubblicato a breve sui social della cantante siciliana, in particolare su Instagram e Facebook.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X