Sabato, 23 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura La sfida dei Negramaro oggi a Rgs: "Torneremo in Contatto"
SPECIALE WEEKEND

La sfida dei Negramaro oggi a Rgs: "Torneremo in Contatto"

di

Un concept album con il simbolo della farfalla che indica il movimento. I Negramaro, a distanza di tre anni dal successo di «Amore che torni», tornano con «Contatto» (Sugar-music) che non è una semplice pla-ylist di canzoni, che racconta di come ogni piccolo gesto di ciascuno di noi, qui e ora, può cambiare il mondo: non dodici canzoni distinte, ma un unico battito d’ali che parte da piccoli gesti intimi.

Un album combattente («Noi resteremo in piedi»), coraggioso e pieno di speranza («Non è mai per sempre», «La cura del tempo»), una presa di coscienza collettiva dove nessuno si salva da solo («Dalle mie parti», «Terra di nessuno») in un mondo che tocca alle nostre singole azioni, ribaltare e rivoluzionare. È Giuliano Sangiorgi a raccontare questa nuova fatica dei Negramaro, a Salvo La Rosa e Marina Mistretta, durante lo «Speciale Weekend» in onda oggi alle 9 e domani alle 6 e alle 17 su Rgs.

«Su questo album abbiamo lavorato per un anno, soltanto “Terra di nessuno” è nata durante il lockdown – racconta Giuliano Sangiorgi – le altre undici si sono cucite insieme e hanno dato il via a questo cd che ha come titolo quella che secondo me, è diventata la parola più deside- rat a del mondo, “Contatto”, appunto».

Dodici tracce che partono con una stand up song di resistenza come «Noi resteremo in piedi» - al cui interno troviamo le voci campionate dei manifestanti durante le proteste del movimento black lives matter - e prosegue con canzoni ad altissimo contenuto emotivo («Mandiamo via l’inverno») e di sensualità («Non è vero niente» insieme a Madame. Unico featuring presente).

«Devi solo ballare» è una canzone dedicata a Stella, la figlia di Giuliano, a cui si chiede solo una cosa, come a tutti i bambini del mondo: di essere felice. «È un album che non sfugge alla realtà, sa però anche curarci: perché insieme possiamo sconfiggere il buio e trovare la luce – riprende Sangiorgi -. È un lavoro coerente con i tempi che viviamo: perché i Negramaro sono una band che vive l’oggi, che non si crogiola nel passato. Ed è anche il nostro modo di dare una mano a tutti coloro che vivono attorno alla musica. Per questo abbiamo scelto una presentazione che ha permesso a tutti di interagire con noi: un’arena live sui social, con i fans che a rotazione hanno visto il concerto in diretta».

«Entra in contatto» è stato infatti l’evento italiano live prodotto da Sugar con la direzione creativa di Giò Forma, i Negramaro si sono esibiti pochi giorni fa con un concerto esclusivo all’interno di una vera e propria location costruita appositamente per il live in streaming, un Iper-Cubo reso vivo e pulsante dal 3d. Ma Contatto non è solo questo, è anche un monito a vivere bene. «Il brano che chiude il disco “Dalle mie parti” è una preghiera ad un mondo senza barriere e razzismi».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X