Sabato, 31 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Ecco tutti gli appuntamenti di oggi in Sicilia
CITTA' DA VIVERE

Ecco tutti gli appuntamenti di oggi in Sicilia

di

PALERMO

Schermi

Oggi durante la penultima giornata del “Sole Luna Doc Film Festival”, il Festival si apre fin dal mattino nella ex Facoltà di Giurisprudenza (Aula Magna, Via Maqueda 172) con la tavola rotonda su “Diritto e cinema. Hate Speech, libertà di espressione e media”, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e UNAOC di Treviso. L'incontro, che punta a riflettere sulla capacità del cinema di problematizzare i temi dei diritti umani, sarà introdotto da Gianludovico De Martino di Montegiordano del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani del Ministero degli Affari Esteri e Comunitari, e moderato da Isabel Trujillo, coordinatrice del Dottorato in Diritti umani dell’Università degli Studi di Palermo. Parteciperanno il Sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri e Comunitari,Benedetto Della Vedova, i registi Giancarlo Bocchi, Nouri Bouzid, Stefano Grossi, Gianni Massironi, i professori Roberto Cammarata (Università di Milano), Alessandro Spena (Università di Palermo).Frederic D'Agay (Fondation Saint Exupéry puor la jeunesse) e Mark Gibney (Raoul Wallenberg Institute OF Human Rights And Humanitarian Law).

 

Le proiezioni inizieranno alle 17, al Cinema De Seta (Cantieri Culturali alla Zisa, via Paolo Gili 8), con la rassegna fuori concorso dedicata all'assedio di Sarajevo: sarà presentato in anteprima nazionaleIl ponte di Sarajevo del regista Giancarlo Bocchi: si tratta di un rigoroso film d'inchiesta che a partire da una piccola eppure tragica vicenda umana – la morte per dissanguamento di Moreno “Gabriele” Locatelli sul ponte di Vrbanja nel corso di un'azione dimostrativa atta a sciogliere l'assedio sulla città – arriva a disegnare un ritratto a tinte fosche sugli interessi criminosi che dalla guerra a oggi muovono le fila della politica della Repubblica di Bosnia.

 

I film in concorso cominceranno alle 18.30 con la proiezione de La mia casa e i miei coinquilini diMarcella Piccinini, delicato ricordo di Joyce Lussu, donna bellissima che ha intriso la sua vita di poesia, lotta contro il fascismo, amore per grandi uomini del secolo scorso.

 

A seguire, 16 Years Till Summer di Lou McLoughlan: il film dipinge il rientro a casa dopo 16 anni di carcere di un uomo, con un impegno e una complessità di sguardo davvero rari. 16 Years Till Summerè un insieme di cuore e testa, realismo magico e tragedia documentata.

 

Alle 21 il grande schermo del De Seta sarà tutto per El Solista de la Orquesta della spagnola Arantxa Echevarría, che racconta di Antonio, un giovane autistico dotato di orecchio assoluto: abilità che spetta solo a una persona su diecimila. Seguirà Not Yo Mama’s Movement, in cui la regista Rokhaya Diallo offre voce alla nuova generazione di attivisti che si oppone ai crescenti crimini contro gli afro-americani e rimarca, con la propria azione, il pensiero che l'America è tutt'altro che salva dai razzismi; a seguire Luoghi comuni di Angelo Loy, alla presenza del regista, che racconta una storia familiare di giovani egiziani che in Italia sognano di restare e di giovani egiziani che dall'Italia, invece, intendono andarsene.

 

Sempre dalle 21, nello Spazio Arena le proiezioni inizieranno con l'opera En Tránsito dello spagnolo Oskar Tejedor, viaggio attraverso i drammi delle donne che dall'America Latina muovono verso l'Europa, sole e strappate (forse) per sempre agli affetti familiari. Chiuderà la serata, Dreams behind the Wall, meravigliosa opera della regista Elena Herreros dove due bambini, Shada, nato a Gaza, e Ahmed, nato in Cisgiordania, conducono lo spettatore nelle loro vite e delle loro famiglie, strette entro le mura che delimitano l’orizzonte del popolo palestinese.

 

Da sentire

 

Ernesto Petrolà, meglio conosciuto come presentatore e conduttore televisivo, affonda le sue mani in un’altra delle proprie passioni – la musica – e pubblica il suo primo singolo, Dintr’a stanza, dedicato a «tutte le storie d’amore che sono costrette a essere nascoste, a tutte le relazioni vissute in clandestinità. Siano esse tra persone eterosessuali o omosessuali, nessuna differenza. L’amore va vissuto alla luce del sole, sempre». Per raccontare la complessità della tematica, Petrolà è partito proprio da una relazione omosessuale, ma «questo non deve far pensare che la canzone sia rivolta unicamente a questo tipo di amore. Le storie clandestine esistono dappertutto». È emblematico poi che il brano, con relativo video, sia affiorato sulla pagina Facebook del cantautore (http://www.facebook.com/ ernestopetrolaofficial/) proprio mentre il Palermo Pride conquistava le strade della città, sabato 18 giugno.E come se ne fosse diventato l’inno non ufficiale, invece, oggi , Petrolà presenteràDintr’a stanza dal vivo, sul palco di Casa Pride.

 

Il numero perfetto della musica esordisce al Ciciri lounge in via Ruggiero Mastrangelo 19 a Palermo (raggiungibile da via Roma e via Discesa dei Giudici, accanto via Roma), dove oggi alle 20,30 si esibiscono per la prima volta i Rebirth. Alle 22 si comincia con il sound dei Rebirth, trio chitarra, percussioni e voce capitanato da Flavia Romeo, con Pietro Enea e Gaspare Renna. In scaletta brani di Coldplay, Niccolò Fabi, Beatles e Colapesce. L’ingresso è libero.

 

 

Stesso luogo, stesso giorno della settimana, nuovo orario pomeridiano per l’estate, su richiesta del pubblico. Si trasferisce tutti i sabato pomeriggio alle 18 da Don Gelato & Coffee stazione Notarbartolo in piazza Matteo Boiardo “Gelateria della musica”, ovvero la rassegna musicale dentro il capolinea dei treni. Oggi alle 18 appunto - ad allietare l’ultimo sabato del mese sarà il guitar solo di Mauro Caspanello, ovvero uno dei migliori esponenti della nuova generazione della musica made in Palermo. Armato di chitarra acustica, chitarra elettrica e loop station, Caspanello spazierà con una scaletta che viaggia tra Italia e Inghilterra cantando brani di Gorillaz, Morgan, Bluvertigo, Daft Punk, Blur, Passenger, Coldplay, Pino Daniele, Eric Clapton, Lou Reed, The Verve. L’artista non mancherà anche di fare ascoltare i suoi inediti.

 

Oggi alle 17,30 al teatro Politeama ci sarà il concerto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana. L’appuntamento è dedicato alla musica russa. Biglietti 25-10 euro.

 

 

Da leggere

Oggi alle 17 alla libreria Feltrinelli di via Cavour ci sarà la presentazione del libro di Mimmo Sammartino “Il paese dei segreti addii”. Ingresso libero.

 

A teatro

Stasera dalle 21,30 e domani a teatro Agricantus ci sarà lo spettacolo “Volevamo fare i cantanti” di e con Toti e Totino. Biglietti 15-13 euro.

 

 

 

 

 

 

 

Da  vedere

 

Oggi , a Spazio Cultura Libreria Macaione, Via M.se di Villabianca, 102, si può ammirare  la mostra pittorica “Estate Mediterranea” del maestro Francesco Anastasi.  La mostra propone, attraverso le opere pittoriche esposte, una riflessione ed un approfondimento sul tema dei migranti visto dagli occhi dell’artista e riportato su tela con sorprendente sensibilità. Ogni opera è un’esplosione di colori che attrae lo spettatore e lo spinge ad interrogarsi su questa tematica tanto complessa quanto urgente da risolvere. I dipinti sono quasi degli ossimori pittorici che accompagnano lo spettatore in un’esperienza in cui si mischiano l’amaro della tematica trattata e la gioia dei colori che compongono le tele.  La mostra sarà visibile fino al 30  giugno dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Ingresso libero.

 

Oggi e fino al 26 giugno a palazzo Ziino di via Dante è possibile ammirare la mostra fotografica “No war” di Letterio Pomara. I cinquantuno scatti in bianco e nero ritraggono le macerie di Bechite, cittadina aragonese. Cura l’allestimento Aurelio Pes. Ingresso libero.

 

 

Al Real Albergo delle Povere  di corso Calatafimi è possibile ammirare la mostra “Teatro naturale, prove in Connecticut” di Vittorio Messina. Visitabile fino al 26 giugno. Ingresso libero.

 

Oggi e fino al 31 agosto è possibile ammirare le  opere del pittore Antonio Ligabue al Palazzo Reale di Palermo, sede dell'Assemblea regionale siciliana.  Attraverso la rassegna "Antonio Ligabue (1899-1965). Tormenti e incanti" si potrà conoscere la vita dell'artista.

 

 

 

Villa Zito (via Libertà 52) riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca di circa mille metri quadrati di sale espositive, disposte su tre piani. I visitatori potranno scoprire le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia. Tele di grande valore, realizzate tra ‘600 e ‘900, dai più grandi maestri della storia dell’arte italiana. Il tutto è frutto del recupero dei pezzi dell’ex Banco di Sicilia, riottenuti dalle diverse filiali; e da altri, provenienti dal patrimonio della ex Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le province siciliane. Orari: martedì e giovedì, sabato e domenica 16/20, mercoledì e venerdì, 10/14. Biglietti: 5/3 euro.

 

CATANIA

 

Da vedere

 

La Fondazione Puglisi Cosentino apre i suoi spazi a dieci giovani e promettenti allievi delle Accademie di Belle Arti di Catania e Palermo in occasione di PRE-VISIONI II. Si tratta della seconda edizione di un progetto - nato dalla collaborazione fra la presidente della Fondazione, Allegra Puglisi Cosentino, e i direttori delle Accademie,  Virgilio Piccari (Catania) e Mario Zito (Palermo) – dedicato ai talenti emergenti dell’arte contemporanea in Sicilia. PRE VISIONI II, curata dalle docenti  delle due accademie, Ornella Fazzina e Daniela Bigi, sarà visitabile fino al 10 luglio insieme alla straordinaria esposizione di Pietro Ruffo, protagonista della mostra-evento della primavera 2016 alla Fondazione di Catania con la sua  “Breve storia del resto del mondo”, a cura di Laura Barreca.. L’ingresso a PRE-VISIONI II è libero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X