Mercoledì, 25 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Musei comunali di Palermo aperti a Pasqua e Pasquetta
CITTA' DA VIVERE

Musei comunali di Palermo aperti a Pasqua e Pasquetta

PALERMO

Oggi  la Città dei Ragazzi apre al pubblico dalle ore 10.00 alle ore 13.30. I bambini e le bambine con le loro famiglie troveranno attività laboratoriali e giochi di socializzazione. La tradizionale apertura annuale del Parco è prevista per la prima decade di aprile.

 

 

-

Oggi dalle 10,30 alle 12,30 al Caffè del teatro Massimo di piazza Verdi ci sarà il laboratorio di riciclaggio per bambini chiamato "Il Pasqualbero di stoffa".Costo: 5 euro.

 

-

 

 

 

A Pasqua e Pasquetta i musei comunali rimarranno aperti. Sarà possibile visitare la Galleria d’Arte Moderna, l’Ecomuseo del Mare e lo Spazio ZAC ai Cantieri Culturali della Zisa, il 27 e 28 marzo dalle ore 9,30 alle ore 18,30. Il Complesso di S. Maria dello Spasimo, sarà visitabile il 27 marzo dalle ore 9,30 alle ore 17,30 e a pasquetta dalle ore 10,00 alle ore 17,30.

 

-

 

 A teatro

 

Oggi alle 18,30 all’ ex chiesa di San Mattia in via Torremuzza ci sarà lo spettacolo organizzato dal teatro Ditirammu “Martorio”. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

-

 

 

 

 

 Da  vedere

 

 

 

 

 

 

 

Oggi e fino al 31 agosto è possibile ammirare le  opere del pittore Antonio Ligabue al Palazzo Reale di Palermo, sede dell'Assemblea regionale siciliana.  Attraverso la rassegna "Antonio Ligabue (1899-1965). Tormenti e incanti" si potrà conoscere la vita dell'artista.

 

-

 

 

Ai cantieri Culturali della Zisa si può ammirare la mostra “Antologia” di Letizia Battaglia. Cura l’esposizione Paola Falcone. L’allestimento si può visitare fino all’8 maggio. Ingresso libero.

 

 

-

 

 

 

Alla chiesa di San Domenico è possibile visitare la mostra “I domenicani a Palermo”di Filippo Lo Iacono e Sisto Russo. La mostra è ad ingresso gratuito oggi per l’ultimo giorno. Oggi dalle 09.30 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00.

 

-

 

 

Villa Zito (via Libertà 52) riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca di circa mille metri quadrati di sale espositive, disposte su tre piani. I visitatori potranno scoprire le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia. Tele di grande valore, realizzate tra ‘600 e ‘900, dai più grandi maestri della storia dell’arte italiana. Il tutto è frutto del recupero dei pezzi dell’ex Banco di Sicilia, riottenuti dalle diverse filiali; e da altri, provenienti dal patrimonio della ex Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le province siciliane. Orari: martedì e giovedì, sabato e domenica 16/20, mercoledì e venerdì, 10/14. Biglietti: 5/3 euro.

 

-

Nella sala delle Armi di Palazzo Steri è in corso la corsa multimediale “Unescosites” . Sarà possibile ammirare i monumenti protetti dall’Unesco con gli “Artglass”. Orari: dal martedì alla domenica dalle 9,30 alle 19,30. Biglietto 7 – 3 euro.

 

-

AGRIGENTO 

 

Da vedere

Settantotto primavere addosso, eppure il maestro sale e scende dalle scale con grande agilità per montare con la squadra di tecnici le sue opere alleFabbriche Chiaramontane di Agrigento. Pino Pinelli, uno degli interpreti più visionari della Pittura Analitica in Italia e protagonista del prossimo evento alle FAM, è impegnato da stamani ad Agrigento, accompagnato dalla figlia Alessandra, per gli allestimenti della mostra “Trademark” a cura di Marco Meneguzzo, visitabile fino al 22 maggio prossimo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X