Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Segesta, la musica di Concato al teatro

Segesta, la musica di Concato al teatro

Sicilia, Cultura

SEGESTA. Dopo il "redivivo" Barbiere di Siviglia di Simone Alaimo e la suggestiva alba con Alfio Antico, altri tre spettacoli si altrerneranno nel meraviglioso scenario del Teatro Greco. Domani sera, alle 2130 un "jam" concerto con Fabio Concato e tre grandissimi musicisti nostrani, Francesco Buzzurro (chitarra), Giuseppe Milici (armonica) e Francesco Cafiso (sax), quest'ultimo recentemente eletto ambasciatore del jazz. La serata, che non a caso vuole essere omaggio alla cultura musicale siciliana  con un ospite di eccezione quale Fabio Concato, si svolgerà all'insegna di singole esecuzioni e terminerà in un ensemble unico che vedrà i quattro musicisti insieme sul palco. "Siamo partiti dalla necessità di agire, di fare qualcosa affinché la crisi non inghiottisse la cultura, come è già successo lo scorso anno", dice Alfio Scuderi, ideatore delle serate segestiane e fervente artefice della rinascita del teatro greco. "Ripartire dopo un anno di stasi, con tutte le difficoltà insite visti i tempi attuali, è stato un atto di coraggio, ma dovuto. Non abbiamo potuto garantire una stagione intera di rappresentazioni, ma le albe e le serate dei we con un progetto di continuità dal nome Le Notti di Segesta. Il filo conduttore è sempre la Sicilia, con i suoi artisti e la sua storia."
Dopo il concerto di domani sera, che si preannuncia straordinario e che non a caso si intitola "Notte di note e canzoni, Made in Sicily", seguiranno (sabato 24) Le Troiane da Euripide e Seneca, per la traduzione di Filippo Amoroso e l'alba (domenica 25) con "Le morti" di Ettore, reading di Vincenzo Pirrotta. Atteso poi per la prossima settimana (31 agosto), il gran finale con Il Gattopardo: a 50 anni dall'uscita del film di Luchino Visconti, i personaggi di Tancredi, Angelica e Don Fabrizio, con le musiche  originali di Salvatore Bonafede, ispirate alla composizioni di Nino Rota, riprendono vita su questo palco d'eccezione a dare un degno omaggio alla cultura siciliana.  Così si chiuderà, con successo, la breve ma intensa stagione di Segesta, culla di eccellenze artistiche siciliane.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X