Sabato, 04 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Deve tornare in carcere": Corona attacca i magistrati, su Instagram col volto insanguinato
FOTOGRAFO DEI VIP

"Deve tornare in carcere": Corona attacca i magistrati, su Instagram col volto insanguinato

Fabrizio Corona deve tornare in carcere.

Lo ha deciso il tribunale di Sorveglianza di Milano revocando il differimento pena in detenzione domiciliare e, come ha spiegato il suo legale Ivano Chiesa, l’ex agente fotografico "appena glie'ho comunicato, si è ferito ai polsi".

Corona ha pubblicato su Instagram un video con il volto sporco di sangue in cui attacca i magistrati.

Nel suo video, in cui l’ex 'fotografo dei vip' compare con la faccia sporca di sangue dopo essersi ferito, Corona attacca il presidente del collegio della Sorveglianza Marina Corti e il sostituto pg Antonio Lamanna.

"Quando gliel'ho comunicato si è ferito ai polsi - ha detto l'avvocato Chiesa - ora sono qua con lui e abbiamo chiamato l'ambulanza".

Oggi, dopo l’udienza di lunedì scorso nella quale Corona aveva chiesto ai giudici di non farlo tornare «all’inferno», ossia in carcere, il collegio ha accolto la richiesta del sostituto pg Lamanna di revocare il differimento pena in detenzione domiciliare per l’ex 're dei paparazzi' per una serie di violazioni delle prescrizioni, tra cui le comparsate in tv e l'uso dei social network, da cui sono scaturite denunce a suo carico per diffamazione e minacce.

Lo stesso giudice Marina Corti, che presiedeva anche il collegio della Sorveglianza, aveva già proposto la revoca del differimento pena che gli era stato concesso nel dicembre 2019 per una «patologia psichiatrica».

Dopo l'episodio di autolesionismo, Corona ha riportato ferite lievi alle braccia. Nella sua abitazione, in cui era in detenzione domiciliare, sono intervenuti i soccorritori del 118 e gli agenti della Questura.

Si sono verificati anche momenti di tensione sotto casa di Corona, nel momento in cui la polizia è andata a prelevarlo per portarlo in carcere in esecuzione della decisione del tribunale di Sorveglianza, che ha stabilito la revoca dei domiciliari.

Le scene sono state riprese nelle stories Instagram da qualcuno che ha in mano le credenziali del suo profilo ufficiale.

Si vede l’ex 'fotografo dei vip' urlare contro gli agenti e gridare ad un funzionario di polizia: «Chi ha il mio cellulare?». Di fianco, l’avvocato Ivano Chiesa insieme ad altre persone che cercano di calmarlo. In un secondo video, ormai ammanettato, l’ex re dei paparazzi si getta a terra, rifiutando di alzarsi. In sottofondo si sente la madre urlare «le manette, le manette».

Oltre agli agenti anche i sanitari del 118 che tentano di visitarlo per poi caricarlo in ambulanza.

In un altro video pubblicato su Instagram, l’ennesimo di oggi, si vede Fabrizio Corona che, prima di essere portato al Niguarda per ferite lievi alla braccia e dopo la decisione del tribunale di Sorveglianza di Milano di rimandarlo in carcere, se la prende anche con la polizia fuori dalla sua abitazione e urla contro gli agenti.

Le immagini mostrano una sua reazione, tanto che i poliziotti hanno dovuto pure mettergli le manette.

Dopo la reazione fuori di casa (gridava: «Chi ha preso il mio cellullare?"), Corona è stato portato in ospedale e poi dovrà andare in carcere a scontare la pena, come hanno deciso i giudici della Sorveglianza che gli hanno revocato il differimento pena in detenzione domiciliare.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X