Giovedì, 28 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scoperta rete di pedofili, perquisizioni anche in Sicilia: on line anche il listino prezzi
POLIZIA

Scoperta rete di pedofili, perquisizioni anche in Sicilia: on line anche il listino prezzi

Usavano una chat in cui scambiarsi foto e video con tanto di listino prezzi. Gli agenti della Polizia postale di Bari e Foggia, hanno scoperto una rete di pedofili estesa su tutto il territorio nazionale con "acquirenti" anche siciliani. Gli agenti hanno eseguito 21 perquisizioni in 12 regioni, nelle province di Bari, Foggia, Roma, Monza Brianza, Varese, Cremona, Siena, Agrigento, Palermo, Bologna, Fermo, Ascoli Piceno, Treviso, Chieti, Savona, Imperia e Torino.

Tra gli annunci: "Videochiamata 45 minuti e omaggio 10 foto, 1 video e 3 dediche" al costo di 40 euro; "Videochiamata 1 ora e mezza (se si vuole anche in vari orari) costo 50 euro"; "Sexchat 45 minuti in cui faccio da schiava, costo 30 euro"; "10 foto dei piedini. Omaggio audio in cui dico porcate, costo 10 euro"; "10 foto a scelta + video masturbazione. Omaggio audio in cui dico porcate, costo 20 euro". Gli indagati sono complessivamente 22, tra i quali due minorenni di 15 e 17 anni. Tutti sono accusati del reato di divulgazione di materiale pedopornografico.

Le immagini venivano realizzate anche da adolescenti e poi vendute on line. Oltre 100 investigatori del Centro Nazionale di protezione dei minori del Servizio Polizia Postale di Roma e della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bari e Foggia, hanno eseguito perquisizioni personali, informatiche e sequestri in 12 regioni e 17 province volte al contrasto della pedopornografia online, con il coordinamento delle Procure della Repubblica presso il Tribunale ordinario e per i Minorenni di Bari.

L'indagine, nata da una segnalazione di due genitori insospettiti dall'intenso utilizzo di alcuni social network della figlia adolescente, ha portato alla scoperta di un vero e proprio sistema di vendita online di immagini e video pedopornografici e pornografici autoprodotti da adolescenti e maggiorenni ed inviati in cambio di pagamenti su conti online. Gli accordi avvenivano attraverso chat private sulla scorta di un "listino prezzi" pubblicato online che prevedeva oltre che l'invio di immagini e video già prodotti, anche sex chat e video chat dal vivo.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X