Martedì, 21 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
CORTE D'APPELLO

"L'uso del cellulare può provocare un tumore", sentenza storica a Torino

La sentenza della Corte d’Appello di Torino condanna l’Inail a corrispondere una rendita vitalizia da malattia professionale a un dipendente di Telecom Italia, Roberto Romeo, affetto da neurinoma del nervo acustico. Per i giudici c'è un nesso con l’utilizzo frequente del telefono fatto dal lavoratore, anche 4 o 5 ore al giorno.

«Una sentenza storica, come lo era stata quella di Ivrea, la prima al mondo a confermare il nesso causa-effetto tra il tumore
e l’uso del cellulare - spiegano gli avvocati Stefano Bertone e Renato Ambrosio dello studio Ambrosio&Commodo di Torino, che
hanno seguito la vicenda - La nostra è una battaglia di sensibilizzazione. Manca informazione, eppure è una questione
che interessa la salute dei cittadini. Basta usare il cellulare 30 minuti al giorno per 8 anni per essere a rischio».

«Sulle scatole dei cellulari - commenta Romeo - bisognerebbe scrivere 2Se non usato correttamente, nuoce gravemente alla
salute". Ecco cosa servirebbe. La sentenza di oggi contribuisce all’informazione sul tema e la questione riguarda anche i
bambini, che sempre più utilizzano i cellulari. Lo Stato non sta informando, anzi».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X