Lunedì, 19 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Maltempo in Sicilia: a Catania e Messina ancora allerta rossa e scuole chiuse
METEO

Maltempo in Sicilia: a Catania e Messina ancora allerta rossa e scuole chiuse

Maltempo, meteo, Sicilia, Cronaca
Fulmini a Corleone

Mezza Sicilia investita dal maltempo in una giornata da allerta rossa dopo l'avviso della protezione civile. Scuole chiuse oggi in molti comuni, mentre gli allagamenti hanno messo in ansia già da ieri sera i residenti di Sciacca, di Mazara del Vallo, del Ragusano.

Nella giornata di sabato l'allerta rossa sarà circoscritta alle province di Catania, Enna e Messina, così come indica l’avviso di rischio idrogeologico e idraulico diramato dalla protezione civile regionale. Massima attenzione in Sicilia orientale, tanto che il sindaco etneo Salvo Pogliese, d’intesa con l’assessore comunale alla protezione civile Alessandro Porto, ha firmato la relativa ordinanza che prevede ancora la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e l’interdizione delle aree pubbliche potenzialmente a rischio come parchi e giardini pubblici, mercati e cimiteri.

L’apertura della Fiera dei Morti nell’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena è stata rinviata a domenica. Allerta rossa pure a Messina. Il Comune ha preparato una nuova ordinanza per la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private. Molti istituti cittadini, in ogni caso sarebbero rimasti chiusi perchè il sabato non sono previste lezioni. Resta attivato il centro operativo comunale che monitora il meteo e avvia gli interventi.

Scuole chiuse anche ad Enna e Troina, Nicosia, Gagliano Castelferrato, Centuripe e Piazza Armerina. Lo hanno deciso i sindaci con un’ordinanza a fronte del permanere delle condizioni meteo di allerta. La Protezione Civile classifica la provincia di Enna per tre quarti con allerta rossa, tranne 4 comuni che sono in arancione.

La provincia ad aver subito i maggiori danni è stata quella di Agrigento, già da ieri sera. A Sciacca disagi in piazza Carmine, dove è saltato il tombino e il livello dell'acqua è subito salito. Un fiume ha letteralmente attraversato la città come è possibile vedere da questo video di Marisa Diminio.

Interrotta a Sciacca anche l'erogazione idrica. Tecnici e cantonieri del settore Infrastrutture stradali del Libero Consorzio comunale di Agrigento, invece, sono al lavoro dalla notte scorsa sulla rete stradale provinciale, in seguito alle forti precipitazioni che si sono abbattute sulla provincia. Smottamenti di fango e detriti sulle carreggiate sono stati segnalati in particolare nei comparti stradali est e centro-nord.

La strada provinciale 2 Piano Gatta-Montaperto-Giardina Gallotti è stata provvisoriamente chiusa per la rimozione di una notevole massa di fango che ha completamente ostruito la sede stradale. Nella stessa zona, disagi per gli stessi motivi sulla strada provinciale 24 Agrigento-Cattolica. Anche in questo caso i mezzi sono al lavoro dalle prime ore del mattino.

Già aperta invece una pista per consentire il transito a senso unico alternato per le auto sulla strada provinciale 19 Santa Elisabetta-San Biagio Platani, ostruita dal fango. Situazione difficile con sedi stradali parzialmente o totalmente invase dal fango sulla SP 60 (accesso a Comitini), SP 15 tratti A e B dalla stazione di Aragona Caldare per Grotte e Racalmuto, sulla SP 85 Grotte-Favara, zona in cui le precipitazioni sono state di forte intensità, e sulla SP 38 Licata-Contrada Cascino-Montesole. L’elenco delle strade interessate è in corso di aggiornamento. Migliore invece la situazione nel comparto ovest, dove non sono state segnalate situazioni di particolare disagio.

Un violento nubifragio si è abbattuto anche su Mazara del Vallo nelle scorse ore causando allagamenti. Il sindaco Salvatore Quinci ha attivato le procedure delle verifiche attraverso il comandante della polizia municipale e la Protezione civile.

Gli allagamenti si sono verificati soprattutto nella zona lungomare ed in alcune sedi stradali, causati dalla potenza della pioggia e da ostruzioni a caditoie. La situazione del fiume Mazaro non desta al momento preoccupazioni ma viene monitorata costantemente.

Situazione critica anche nel Ragusano dove la notte scorsa si è verificata una tempesta di fulmini e un nubifragio. In alcune zone è anche andata via la corrente elettrica.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X