Giovedì, 14 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
ZONA SAR

Migranti, Ocean Viking e Alan Kurdi in stallo: si attende l'ok per lo sbarco

Resta al momento in acque internazionali la Ocean Viking, la nave della ong Sos Mediterranée e di Medici Senza Frontiere, che ieri ha soccorso 50 migranti, tra cui 12 bambini e una donna incinta, al largo della Libia. La Alan Kurdi, della ong tedesca Sea-Eye, è invece in attesa di un porto sicuro dallo scorso 31 agosto, dopo aver tratto in salvo 13 persone in fuga dalla Tunisia.

Al momento l'imbarcazione, con 8 migranti ancora a bordo, è in stallo al largo di Malta e ieri - secondo quanto riferito dagli attivisti - come già successo alcuni giorni fa, "un altro minorenne ha tentato di buttarsi in acqua per raggiungere la terraferma"

"Un altro minorenne ha tentato di buttarsi in acqua per raggiungere la terraferma. Malta continua a respingere la responsabilità del salvataggio della Alan Kurdi anche se è avvenuto nella sua zona sar". Lo si legge in un tweet della Sea Eye. L'imbarcazione della Sea Eye lo scorso 31 agosto ha tratto in salvo 13 persone in fuga dalla Tunisia e che, da allora, è in stallo al largo di Malta.

Tra giovedì e venerdì in cinque - quattro minorenni - sono stati fatti evacuare e trasferiti a Malta per verificare le loro condizioni di salute. Tra loro anche un 15enne che ha provato a scavalcare le reti di sicurezza nel tentativo di gettarsi in mare. "Le condizioni a bordo peggiorano di ora in ora", dicono dall'imbarcazione, dove ora ci sono ancora otto persone, di cui altri quattro minori

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X