Giovedì, 21 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
STAZIONE TERMINI

Accoltellato perché ha crocifisso al collo, lite fra due clochard a Roma: Salvini alza la sicurezza

Un marocchino ha accoltellato un uomo col crocifisso alla stazione Termini di Roma. È stata la vittima, un georgiano di 44 anni, a chiedere aiuto ai poliziotti impegnati nei controlli su piazza dei Cinquecento, dichiarando di essere stata colpita alla gola con un coltello da un uomo che si stava dando alla fuga.

Gli agenti hanno inseguito il magrebino, che intanto aveva buttato via il coltello, bloccandolo in via Cavour. R.M., 37 anni, accompagnato negli uffici del commissariato Viminale per gli ulteriori accertamenti, è stato arrestato per tentato omicidio, mentre il coltello è stato recuperato e sequestrato. Il ferito è stato portato in ospedale: ha avuto una prognosi di 21 giorni.

A rendere noto l'episodio è stato il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che in seguito a quest’atto ha scritto a prefetti e questori. «Scrivo a tutti i prefetti e questori - annuncia Salvini - per aumentare controlli e attenzione in luoghi di aggregazione di cittadini islamici, per prevenire ogni tipo di violenza contro cittadini innocenti».

I pm della Procura di Roma contestano il tentato omicidio con l’aggravante dell’odio religioso. Ancora da accertare la dinamica di quanto avvenuto.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X