Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Notte incubo sul traghetto: furti e molestie da un gruppo di migranti
CAGLIARI-NAPOLI

Notte incubo sul traghetto: furti e molestie da un gruppo di migranti

migranti, nave cagliari napoli, nave janas, tirrenia, Sicilia, Cronaca
I poliziotti escono dal traghetto della Tirrenia nel porto di Napoli

NAPOLI. Furti, molestie e cabine danneggiate: è stata una notte da incubo per i passeggeri della nave Janas della Tirrenia, partita ieri sera da Cagliari e arrivata stamattina a Napoli. Un folto gruppo di extracomunitari espulsi dall'Italia si è lasciato andare a una serie di scorribande durante la traversata che hanno costretto il comandante a denunciare il tutto alla Polizia.

E stamattina, una volta attraccata, la nave è stata passata al setaccio dai poliziotti con controlli a tappeto finalizzati a evitare che qualcuno dei migranti potesse sfuggire all'applicazione del decreto di espulsione. Sulla Janas si sono imbarcati ieri 50 extracomunitari (molti dei quali destinatari del provvedimento di espulsione), parte dei quali si è resa protagonista di una notte di bagordi.

Il comandante della nave ha riferito alla Polizia di averli visti bivaccare, fumare dove era proibito, infastidire i presenti e aprire le cabine. Uno dei passeggeri, infatti, ha anche denunciato il furto di un cellulare. Due dei migranti, sprovvisti di documenti, sono stati portati nella Questura di Napoli per l'identificazione e accertare se fossero regolari o meno.

"Il passaggio nave del gruppo è stato effettuato secondo le procedure previste dalla legge, implementate dalle autorità di sicurezza di Cagliari - si legge in una nota diffusa dalla Tirrenia - La Compagnia, come sempre in questi casi, sempre più frequenti, ha destinato ad essi un'area della nave, a garanzia della sicurezza dei passeggeri, non essendo il gruppo accompagnato dalle forze di polizia. Contrariamente ad episodi precedenti, però i migranti hanno creato problemi a bordo per tensioni al suo interno che si sono ripercosse sui passeggeri".

Una parte degli immigrati protagonisti della scorribande faceva parte dei 112 algerini sbarcati negli ultimi giorni sulle coste del Sud della Sardegna. Negli ultimi mesi l'arrivo di migranti dall'Algeria, a bordo di barche di fortuna, si è intensificato. In Sardegna l'episodio accaduto sulla Janas ha riacceso la polemica sugli immigrati.

"Governo e Giunta regionale hanno la responsabilità politica delle tensioni avvenute sul traghetto Cagliari-Napoli", sostiene Ugo Cappellacci, coordinatore di Fi, mentre per l'esponente del Psd'Az e presidente nazionale del Movimento Cristiano Forza Popolare, Marcello Orrù "siamo alla dittatura di queste persone che non riescono a convivere con le altre, e prevaricano con i loro atteggiamenti l'altrui tranquillità. Non se ne può più di questa situazione: i 50 extracomunitari vengano subito caricati su una nave e rispediti in Africa".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X