Domenica, 08 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
DISASTRI

Maltempo, 5 morti in due giorni in Italia. Flagellato il Centro-Sud

Benevento più colpita, danni a Pompei. Renzi, Governo farà di tutto

ROMA. Due giorni di maltempo, cinque morti. È il bilancio della perturbazione che ha colpito soprattutto il Centro-Sud. Devastata da un'alluvione Benevento. Mobilitato anche l'Esercito per i soccorsi, mentre Campania e Abruzzo chidono lo stato di calamità. Infiltrazioni d'acqua hanno danneggiato il mosaico del pavimento della domus di Giulio Polibio, negli scavi archeologici di Pompei. «Siamo - ha detto il premier Matteo Renzi - in contatto costante con la Protezione civile e le Regioni interessate. Il Governo farà di tutto». Meteo in miglioramento da domani. Dopo le tre vittime di ieri, dunque, anche oggi è stata una giornata tragica. Entrambi nel beneventano i due morti. A Pago Veiano, Anna De Ieso, un'anziana di 70 anni è stata trovata cadavere nella sua abitazione dai carabinieri. Secondo la ricostruzione, la donna si è svegliata nel cuore della notte dopo aver notato che la casa si era riempita d'acqua.

Spaventata, ha cercato istintivamente la fuga uscendo di casa ma appena varcata la soglia è stata letteralmente travolta dal fiume di  acqua, pietre e fango che dal pendio che sovrasta la strada è sfociato a valle passando proprio davanti casa della donna trascinandone il corpo per circa 500 metri. Il marito della signora, gravato da problemi di salute, si è salvato  rimanendo all'interno dell'abitazione. La sorella accusa: «più volte negli anni scorsi avevo denunciato i pericoli di quella strada in discesa con esposti alla Provincia. Ma nessuno se ne è mai curato». A Montesarchio l'altra vittima. Antonio Zappiello,  di 70 anni, è morto, probabilmente in seguito ad un infarto, mentre stava liberando dal fango e dai detriti il suo seminterrato adibito a deposito.

Il sindaco di Benevento, Fausto Pepe, ha parlato di «un'intera città martoriata. La zona alta con detriti e smottamenti, mentre la zona bassa è sommersa dall'acqua per l'esondazione dei fiumi Calore e Sabato». Molti gli sfollati. Centinaia di volontari al lavoro con ramazze per ripulire le strade. Per assicurare  assistenza a tutti i cittadini che sono stati costretti adabbandonare le proprie abitazioni, il Comune ha allestito un centro di prima accoglienza. In campo anche la Caritas che ha accolto 35 famiglie nel suo dormitorio.

Disposta la chiusura delle scuole per domani e sabato. In diversi Comuni della zona vietato l'uso di acqua dai rubinetti. Una task force dell'Enel è al lavoro per ripristinare l'elettricità. Diverse famiglie nel beneventano si sono rifugiate sui tetti per sfuggire all'ondata
delle forti piogge. A Telese Terme si registra anche la scomparsa di un intero gregge composto da 250 animali, tra pecore e agnellini, travolto dalle acque di un fiume. Tanti i problemi alla circolazione. Sospese le linee ferroviarie Caserta-Foggia e Benevento-Avellino a causa dei danni causati dai violenti temporali e dalle bufere di vento. Un treno in servizio sulla tratta Palermo-Catania, nei pressi di Villafiorito (Caltanissetta) è 'uscitò dai binari per l'esondazione di un torrente che ha causato uno smottamento: due contusi.

Interrotta la circolazione dei treni delle Ferrovie del Gargano sulla Foggia-Lucera. I binari della tratta sono stati praticamente sommersi da acqua e fango a causa dell'esondazione del torrente Vulgano. Paura anche in aereo. Un fulmine ha colpito questa mattina dopo il decollo da Orio al Serio (Bergamo) un volo diretto a Cagliari. Il pilota ha deciso di  tornare in aeroporto. Infiltrazioni d'acqua causate dal maltempo hanno inoltre danneggiato il mosaico del pavimento della domus di Giulio Polibio, negli scavi archeologici di Pompei. La casa, che si affaccia sul decumano inferiore di via dell'Abbondanza, è chiusa al pubblico. In corso interventi di verifica e ripristino da parte della soprintendenza.

Per il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, «abbiamo un Paese a rischio perchè purtroppo per anni, per decenni, abbiamo trascurato il territorio e non abbiamo fatto gli interventi di prevenzione». Mara Carfagna (Fi) invita Renzi ad andare «nelle zone colpite per rendersi conto di come si vive e di quanto è successo ad una parte del Paese che governa». I deputati M5s parlano di «catastrofe annunciata. Dei 9 miliardi di euro annunciati dal Governo per la sicurezza di tutto il territorio - ricordano - ne sono stati stanziati solo 50 milioni, che però non sono ancora stati nemmeno erogati agli enti locali».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X