Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fuga dei migranti verso il Nord Europa, in Ungheria muro anti-migranti
L'EMERGENZA

Fuga dei migranti verso il Nord Europa, in Ungheria muro anti-migranti

Solo ieri 2.700 profughi sono entrati in Ungheria passando il confine con la Serbia, nei pressi di Rozske

SZEGED. Bisogna «accelerare» la costruzione del muro al confine con la Serbia, dove servono più operai: lo ha detto il premier ungherese Viktor Orban al quotidiano Magyar Idok. Ieri Orban ha visitato a sorpresa la zona di confine dove viene eretto il muro anti-migranti. Il 15 settembre è il termine annunciato per la fine dei lavori.

Lunghe code alla stazione Keleti di Budapest, dove decine di migranti e profughi tentano di prendere un treno per arrivare al confine austriaco. Lo riferisce l'agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr).

Il vicecancelliere tedesco Sigmar Gabriel, intanto, ha annunciato che la Germania può accogliere 500 mila migranti all'anno per alcuni anni. «Penso che possiamo farcela certamente con mezzo milione di persone, per alcuni anni», ha affermato. «Non ho dubbi, forse anche di più».

Solo ieri 2.700 profughi sono entrati in Ungheria passando il confine con la Serbia, nei
pressi di Rozske: lo riferisce l'Agenzia Onu per i rifugiati.

Continua il flusso di migranti e profughi lungo la 'rotta balcanicà. Secondo Unhcr, citata dalla Bbc, solo ieri 7 mila siriani sono giunti in Macedonia dalla Grecia, un numero record. Da lì tutti proseguono, anche a piedi, per Serbia e Ungheria. Almeno altri 30 mila migranti sono in attesa nelle isole greche, 20 mila solo a Lesbo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X