Giovedì, 29 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nuova ondata di caldo africano, poi a settembre una svolta autunnale
METEO

Nuova ondata di caldo africano, poi a settembre una svolta autunnale

"Il picco del caldo è atteso da venerdì e nel prossimo weekend, quando si potranno toccare punte di 34-35°C su diverse aree d'Italia"

ROMA. «L'Estate torna ruggente sull'Italia, che sta per essere investita da una nuova ondata di calore africana» Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega - «il picco del caldo è atteso da venerdì e nel prossimo weekend, quando si potranno toccare punte di 34-35°C su diverse aree d'Italia, in particolare al Nord, regioni tirreniche e Sardegna; si tratta di temperature sopra le medie del periodo anche di oltre 4-5°C.

Si tratterà con tutta probabilità dell'ultima ondata di caldo di questa Estate 2015». «Tra le città più calde Milano, Verona, Bolzano, Bologna, Firenze, Roma, Perugia, Benevento, Sulmona, Macerata, Foggia, Matera, Cosenza e Nuoro» - prosegue l'esperto - «mentre lungo le coste il clima sarà più mitigato dalle brezze marine.

Farà caldo anche in montagna con picchi fino a 28-29°C a 1000m e 24-25°C a 1500m sia
sulle Alpi che sull'Appennino; lo zero termico tornerà a superare i 4000m. A differenza di Luglio tuttavia di notte il clima si manterrà tutto sommato abbastanza fresco, grazie anche alla maggiore durata della notte e al Sole più basso sull'orizzonte; solo nei grandi centri urbani si potrà soffrire un pò l'afa fino a tarda serata».

«Nei primi giorni di Settembre però si potrebbe avere una svolta decisamente autunnale a causa dell'arrivo di aria più fredda su buona parte dell'Europa e marginalmente anche sull'Italia, la quale costringerà l'anticiclone africano ad una rapida ritirata nei suoi luoghi di origine.

In particolare dopo il 2-3 Settembre potremmo tornare ad un tempo più instabile con piogge, temporali e un calo delle temperature anche deciso. Le aree più a rischio potrebbero essere Nord, tirreniche ed Isole Maggiori, ma mancano ancora diversi giorni, seguiranno dunque importanti aggiornamenti» - conclude Ferrara.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X