Giovedì, 26 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il fidanzamento,il pranzo da 4mila euro e poi la fuga: il piano di 4 nomadi
BELLUNO

Il fidanzamento,il pranzo da 4mila euro e poi la fuga: il piano di 4 nomadi

BELLUNO. Hanno pensato in grande per il fidanzamento dei loro figli: 120 invitati e un pranzo che è costato più di 4mila euro. Solo che, alla fine,  al banchetto, è seguita la fuga e un conto di oltre 3500 euro da saldare al proprietario del ristorante.

E' accaduto a Belluno e i protagonisti della rocambolesca storia sono i parenti della famiglia rom Levak.  Vittima il proprietario del Tegorzo di Alano di Piave.

I fatti risalgono  al febbraio 2010. Ancora però a distanza di 5 anni nessuna sentenza obbliga i Levak a pagare il conto.

Come riporta il quotidiano il Messaggero, il giudice Federico Montalto (pubblico ministero Sandra Rossi) ha rinviato l'udienza di 4 mesi al 24 settembre prossimo. S

La ricevuta fiscale da 4.260 euro del ristoratore, che non è stata mai saldata, solo 200 euro e poi altri 500, ma il saldo di 3.560. Ieri sono stati sentiti a processo per concorso in insolvenza fraudolenta Eros, 24 anni, Guido (50), Colombo (44) e Rodolfo (40) Levak, tutti di etnia rom e residenti nel Trevigiano (Castelfranco, Paese, Oderzo e Istrana).

Ora sono passati più di 5 anni e ieri c'è stato un rinvio a fine settembre, alla soglia dei 6 anni di distanza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X