Domenica, 28 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Costa Concordia, Schettino condannato a 16 anni: no all'arresto
GROSSETO

Costa Concordia, Schettino condannato a 16 anni: no all'arresto

Interdizione perpetua dai pubblici uffici e per 5 anni come comandante della nave

GROSSETO. Francesco Schettino è stato condannato a 16 anni di reclusione e a un mese di arresto per il naufragio della Costa Concordia. È quanto ha stabilito il tribunale di Grosseto.

 Il tribunale di Grosseto ha respinto la richiesta di arresto di Francesco Schettino. Il giudici hanno ritenuto non sussistente il pericolo di fuga dell'ex comandante della Costa Concordia.

Schettino è stato interdetto per 5 anni come comandante di nave. Lo hanno stabilito i giudici, durante la lettura della sentenza, dove lo hanno anche condannato all'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Non è presente l'imputato Francesco Schettino che, secondo quanto riferito dai suoi legali, accuserebbe febbre.

L'ex comandante e la compagnia Crosta crociere sono stati condannati in solido a risarcire le parti civili, tra cui la Presidenza del Consiglio, alcuni ministeri, la Protezione civile, la Regione Toscana e il comune di Isola del Giglio.

«Siamo totalmente soddisfatti. I giudici hanno deciso per un completo accoglimento del nostro impianto accusatorio confermando tutti i reati per l'imputato». Questo un commento dei pm di Grosseto, Maria Navarro, Alessandro Leopizzi e Stefano Pizza, al termine della lettura della sentenza con cui il tribunale di Grosseto ha condannato Francesco Schettino per il disastro della Costa Concordia.

«È una sentenza dura ma essere riusciti quasi a dimezzare le richieste esagerate della Procura forse restituisce un pò di onore» a Schettino. Così l'avvocato dell'ex comandante della Concordia Domenico Pepe ha commentato la sentenza del Tribunale di Grosseto.  Il legale ha già annunciato che farà appello dopo aver letto le motivazioni.Quello che però è già chiaro - aggiunge l'avvocato di Schettino - è che c'è stata da parte dei giudici una rideterminazione della pena rispetto alle richieste e dunque una visione ben diversa da quella della Procura». «Schettino non è un delinquente - ha concluso Pepe - questo è sempre stato un incidente colposo».

Francesco Schettino è stato condannato dal tribunale di Grosseto a 16 anni e un mese di arresto per tutti i reati per cui è stato imputato nel processo sul disastro della Costa Concordia. I giudici hanno condannato Schettino a cinque anni per naufragio colposo, dieci anni per i reati di omicidio plurimo colposo e lesioni plurime colpose - in relazione ai 32 morti e 157 feriti al Giglio - un anno per i reati di abbandono della nave e abbandono di incapaci.

Per Schettino inoltre è stato deciso un mese di arresto, deciso per la contravvenzione di non aver informato correttamente la Capitaneria di Porto. Il tribunale non ha riconosciuto le attenuanti generiche. Riguardo alle aggravanti è stata riconosciuta quella di 'colpa coscientè per il naufragio, ma non per i reati di omicidio e lesioni colpose.  Inoltre Francesco Schettino è stato interdetto in perpetuo dai pubblici uffici e dalla professione di comandante di nave per cinque anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X