Mercoledì, 27 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Formazione professionale, altri 500 dipendenti in cassa integrazione
REGIONE

Formazione professionale, altri 500 dipendenti in cassa integrazione

di
Gli enti confermano il taglio sugli organici: in totale salgono a tremila le richieste di ammortizzatori sociali per i dipendenti

PALERMO. L’accordo è stato raggiunto già ieri, anche se verrà formalmente siglato giovedì: gli enti della formazione professionale mettono in cassa integrazione subito almeno altri 500 dipendenti. E confermano a carico degli ammortizzatori sociali tutti quelli che ci sono già, portando così il totale dei cassintegrati a quasi 3 mila.
È l’esito di un primo incontro in cui le associazioni che raggruppano gli enti e i sindacati hanno avviato le procedure. In realtà gli enti avevano annunciato nei giorni l’intenzione di sospendere dal lavoro tutti i 7 mila dipendenti. Poi ieri sono stati fatti calcoli diversi e si è provato a scommettere sulle rassicurazioni che il governo fa da giorni: i corsi - secondo l’assessorato alla Formazione - dovrebbero partire entro qualche settimana.

Il problema - secondo gli enti - nasce proprio dal ritardo con cui saranno avviate le lezioni di quest’anno formativo: «Tutto doveva essere pronto ad agosto - spiega Paolo Genco, che guida l'associazione Forma - ma è tutto fermo. E nell’attesa noi non riceviamo finanziamenti e non possiamo pagare i lavoratori. Anzi, per dirla tutta i finanziamenti non arrivano da marzo e da allora i dipendenti non percepiscono le buste paga».

Da qui l’intenzione di fermare il sistema e trasferire tutto il personale sugli ammortizzatori sociali. Ma ieri si è deciso di procedere per gradi: «Iniziamo - conclude Genco - con gli esuberi che si creano per la riduzione di finanziamenti annunciata quest’anno dal governo». È una riduzione frutto di un diverso calcolo del budget assegnato a ogni ente: prima la Regione garantiva 129 euro per ogni ora di corso, ora si passa a 117.

Ciò corrisponde, secondo le stime fatte ieri con i sindacati, a 500 nuovi esuberi che si sommano ad altrettanti già maturati nei mesi scorsi.

ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X