Sabato, 20 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Porto dei Nebrodi, il Tar: ricorso inammissibile
APPALTO

Porto dei Nebrodi, il Tar: ricorso inammissibile

di
Respinto il ricorso della società arrivata seconda nella graduatoria dell’appalto per il Porto dei Nebrodi.

SANT'AGATA. Appalto per il completamento del Porto dei Nebrodi. Nulla di fatto al Tribunale di Catania. Giudicato inammissibile, per difetto di legittimazione e di interesse, il ricorso d'urgenza presentato dalla Società Italiana Condotte d'Acqua (seconda in graduatoria nella gara per la progettazione e l'esecuzione delle opere) nei confronti della Co.gip. e del Comune.

Così, con ordinanza cautelare emessa lo scorso 13 agosto e comunicata in questi giorni, si è pronunciato il Tribunale di Catania sulla domanda del ricorrente principale, nonché degli interventi in giudizio da parte della Società Costruzioni Bruno Teodoro s.p.a. (terza classificata) e dalla Ricciardello costruzioni s.r.l. All'impresa Cogip di Catania - ricordiamo - era stato ceduto il ramo d'azienda nel 2012, dall'aggiudicataria dell'opera, la Sigenco Spa. Ma, di recente, si è aggiunta la società Ricciardello Costruzioni srl, che chiede di subentrare nel contratto in quanto a sua volta cessionaria del ramo di azienda marittimo nel 2013.

La vicenda processuale viene da lontano, ma il giudice non entra nel merito e chiude la partita con una pronuncia di rito. La Società Italiana Condotte d'Acqua aveva avanzato domanda cautelare al Tribunale di Catania a dicembre del 2013, al fine di ottenere la dichiarazione di nullità o inefficacia del contatto di cessione. Ricorso al quale si affianca un autonomo intervento della Costruzioni Bruno Teodoro e della Ricciardello Costruzioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X