Lunedì, 24 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sicilia, sui migranti maggiori controlli sanitari

Sicilia, sui migranti maggiori controlli sanitari

Postazioni speciali sulle banchine per la verifica delle condizioni degli stranieri che arrivano nei porti dell’isola. Presenti per le visite tutti i medici specialisti. Ma il direttore generale dell’Asp Palermo, Antonino Candela, assicura: «Nessun rischio di contagio Ebola legato agli sbarchi»
Sicilia, Cronaca

PALERMO. Potenziati i controlli sanitari sugli immigrati sbarcati in Sicilia per prevenire le infezioni. «Ma non c’è alcun allarme o rischio Ebola legato agli sbarchi», affermano i vertici delle Asp impegnate a fronteggiare l’emergenza a Lampedusa, Palermo e Pozzallo. Antonino Candela, direttore generale dell’Asp di Palermo, nelle cui competenze rientrano anche le isole Pelagie, spiega che «tutti i migranti sbarcati, sia a Palermo che a Lampedusa vengono minuziosamente sottoposti a controlli sanitari, con postazioni speciali allestite sulla banchina».
Quando si verifica uno sbarco vengono allestiti dei «triage» mobili, postazioni simili a quelle del pronto soccorso dove personale specializzato effettua i primi controlli sui pazienti. «Sulla banchina - spiega Candela - sono presenti tutti i vari specialisti: dal dermatologo al cardiologo passando per l’infettivologo. E i medici sono affiancati dai mediatori culturali che sono di grande ausilio per questi migranti che spesso non parlano francese o inglesei».
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X