Mercoledì, 03 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, impiegato comunale risarcirà 32000 euro

Palermo, impiegato comunale risarcirà 32000 euro

PALERMO. La Sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha condannato un impiegato infedele dell'ufficio anagrafe di Palermo a risarcire al Comune quasi 32 mila euro di danni arrecati con il proprio comportamento doloso. Sulla base di un'indagine della guardia di finanza, i giudici hanno accertato che Nicola Valenti, tra il 2003 e il 2004, intascava le somme pagate dai cittadini per ottenere i certificati anagrafici, invece di versarle alla Tesoreria comunale (sentenza 1304/2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X