Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Calciomercato

Home Sport Calciomercato L'Inter chiude col botto, preso Ljalic La Juve si "accontenta" di Hernanes
MERCATO

L'Inter chiude col botto, preso Ljalic
La Juve si "accontenta" di Hernanes

ROMA. È l'Inter a infiammare l'ultimo  giorno di calciomercato. Aggiudicandosi a sorpresa Ljajic dalla  Roma e assicurandosi Felipe Melo e Telles dal Galatasary. Una  giornata intensa, con clamorose operazioni e la cessione di  Hernanes che ha dato il via ai tanti colpi in entrata. Hernanes,  infatti, ha detto addio al club nerazzurro e per le prossime tre  stagioni vestirà la maglia della Juventus. Un trasferimento a  titolo definitivo per 11 milioni di euro,e  2,7 all'anno al  giocatore. I bianconeri (che hanno preso anche Lemina dal  Marsiglia, che ha compensato prendendo De Ceglie, Rolando e l'ex  romanista Lamela), tramontato Draxler (passato al Wolfsburg)  hanno ripiegato sul Profeta brasiliano per regalare ad Allegri  il trequartista che mancava alla rosa dei campioni in carica.

A quel punto, avendo monetizzato con Hernanes, l'Inter si è  scatenata in entrata. Ha provato fino all'ultimo l'affondo per  Eder della Sampdoria, ma la resistenza del presidente Ferrero,  che ha aumentato la quotazione del giocatore, ha infastidito  Ausilio. Mancini, però, aveva chiesto un altro rinforzo in  attacco e Ausilio si è quindi concentrato su Ljajic. Il serbo  approda all'Inter in prestito oneroso a 2 milioni di euro con  riscatto fissato a 9 milioni, andando a ricostruire la coppia  con Jovetic già vista in passato alla Fiorentina. Oltre a Ljajic  approdano alla corte di Mancini anche Felipe Melo - operazione  da 3.5 milioni- e Alex Telles, esterno sinistro di difesa.  Andreolli ha fatto le valigie direzione Siviglia e Taider è  stato ufficializzato al Bologna.     Anche il Napoli ha fatto la voce grossa in questo ultimo  giorno di mercato. Dopo un corteggiamento estenuante, infatti,  Soriano dovrebbe vestire la maglia partenopea. Alla Sampdoria  vanno 13.5 milioni di euro e il cartellino di Zuniga, operazione  che ha permesso a Ferrero di opporsi alla cessione di Eder. Un  colpo importante, andato a buon fine dopo numerosi rilanci e  dopo l'uscita di scena del Milan. Soriano, infatti, ha aspettato  fino all'ultimo il club rossonero, ma Galliani ha preferito  concentrarsi su altre operazioni. Il Milan ha infatti trovato  l'accordo con la Lazio per la cessione in prestito di Matri.  Anche il giovane Mastour ha lasciato Milano direzione Malaga con  un prestito biennale e Zaccardo è stato acquistato a titolo  definitivo dal Carpi.     La Roma, invece, ha resistito all'assalto del Chelsea per  Manolas e ha ceduto Paredes in prestito all'Empoli e provato  l'affondo per Bruno Peres del Torino. Ma Cairo ha rifiutato i 10  milioni dell'offerta proveniente da Trigoria. Iturbe resterà in  giallorosso, Ibarbo invece andrà al Watford.     Molto attivo anche il Bologna che, oltre a Taider, si è  aggiudicato Giaccherini in prestito per una stagione dal  Suderland. Bene anche il Carpi che oltre a Zaccardo, si è  assicurato lo svincolato Borriello e Cofie dal Genoa. Il Grifone  ha preso Ansaldi dallo Zenit e Dzemaili dal Galatasaray. Un  acquisto anche per il Torino: arriva  Sanjin Prcic,  centrocampista del Rennes. Bel colpo, sulla carta, della  Fiorentina: dal Borussia Dortmund è arrivato il nazionale  polacco Jakub Blaszczykowski, che prenderà il posto di Joaquin,  che torna al Betis Siviglia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X