Venerdì, 09 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Il Financial Times: «L'Inter è in vendita, advisor a caccia di compratori»
SERIE A

Il Financial Times: «L'Inter è in vendita, advisor a caccia di compratori»

Sicilia, Calcio
Stephen Zhang

L’Inter è stata messa in vendita e la ricerca di un compratore partirà questa settimana attraverso Raine Group, la lbanca d’affari americana che ha gestito la recente cessione del Chelsea, e Goldman Sachs. Lo scrive il Financial Times, dopo le indiscrezioni circolate nelle ultime settimane sugli incarichi alle due banche che però parlavano soltanto della ricerca di un investitore da parte della famiglia Zhang.

Il Finacial Times cita «fonti familiari con la questione» anche se precisa che sia le due banche coinvolte che l’Inter non hanno voluto rilasciare commenti. Una fonte vicina al club ha ricordato però che Suning si è detta pronta a iniettare altri 100 milioni nelle casse del club per ripianare le perdite dell’ultimo bilancio e ha aperto alla rierca di nuovi partner e alla possibilità di vendere una quota di minoranza. L’Inter ha una proprietà cinese dal giugno 2016, quando il gruppo Suning di proprietà di Zhang Jindong entrò nel capitale liquidando Erick Thohir e Massimo Moratti. Attualmente il presidente è Steven Zhang, il figlio del fondatore del colosso cinese. Il quotidiano della City londinese ricorda le difficoltà economiche di Suning che nel 2021 avevano costretto il colosso cinese a richiedere un prestito di 275 milioni di euro dal fondo californiano Oaktree sotto forma di finanziamento attraverso Great Horizon, la controllata della proprietà cinese. Con quella mossa, Suning riuscì a garantire la liquidità necessaria al club nerazzurro per saldare le pendenze relative alla stagione 2020/21 e ad affrontare i costi della nuova stagione. A gennaio è stato emesso un nuovo bond da 415 milioni di euro. Nel frattempo, lo stesso gruppo Suning è finito sotto il controllo del gigante dell’e-commerce Alibaba ed è sempre più nell’orbita del governo cinese. A fine ottobre è in programma l’assemblea degli azionisti dopo che il Cda ha approvato i risultati del bilancio di esercizio 2021/2022 con una crescita di ricavi consolidati di circa 75 milioni di euro fino a 439,6 e una riduzione delle perdite a 140 milioni, 105 in meno rispetto a 12 mesi prima.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X