Lunedì, 29 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Plusvalenze sospette, nel mirino della Procura Figc Napoli e Juve
NUOVA BUFERA

Plusvalenze sospette, nel mirino della Procura Figc Napoli e Juve

Sicilia, Calcio
Il bomber del Napoli Victor Osimhen

La procura della Figc guidata da Giuseppe Chinè, secondo quanto si apprende, ha aperto un fascicolo su una serie di plusvalenze sospette registrate negli ultimi due anni. La Covisoc, in particolare, avrebbe segnalato una serie di operazioni fra cui quelle che hanno portato Arthur alla Juventus e Pjanic al Barcellona e il trasferimento di Osimhen dal Lille al Napoli.

L'operazione Osimhen

Ad insospettire la Covisoc, soprattutto l'operazione che ha portato all'acquisto di Osimhen. Dei 4 giocatori finiti al Lilla per 20 milioni, oggi tre di loro sono già tornati in Italia (due in Serie D e uno in Serie C), mentre l’altro a Lilla non è mai entrato in campo.

Anche la Juve nel mirino

Per quanto riguarda i bianconeri, sotto la lente ci sono i contratti di acquisto dei cartellini di calciatori come Franco Tongya e Marley Aké, che la Juve e il Marsiglia hanno scambiato per 8 milioni di euro ciascuno (quindi a saldo zero) e che oggi giocano rispettivamente nella quarta serie francese e nella nostra Serie C.

Gli altri casi

Ma nel mirino della Covisoc ci sono anche altre operazioni della Juve, in particolare 42 trasferimenti e 21 giocatori coinvolti per un giro di 90 milioni, ma con un circolo di soli 3 milioni e benefici per il bilancio di 40 milioni. Nello specifico, sono stati soprattutto attenzioni gli scambi con il Barcellona nell'affare Pjanic-Arthur e quello con il Manchester City tra Cancelo e Danilo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X