Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio La Roma trema solo all'inizio, poi dilaga: 5-1 al Cska Sofia, doppietta di Pellegrini
CONFERENCE LEAGUE

La Roma trema solo all'inizio, poi dilaga: 5-1 al Cska Sofia, doppietta di Pellegrini

Sesta vittoria consecutiva per Mourinho, che lascia in panchina Cristante e Veretout e li manda in campo quando la squadra soffre un po'
Sicilia, Calcio
Mourinho si congratula con Lorenzo Pellegrini

C’è il segno di Lorenzo Pellegrini nel trionfale esordio della Roma nella fase a gironi della Conference League. Tra gli alti e bassi in avvio di match contro un ottimo Cska di Sofia, seppur rimaneggiato, il capitano giallorosso, autore di una stupenda doppietta, ed El Shaaeawy, ancora in gol dopo la festa col Sassuolo, nascondono le difficoltà dovute ad un turnover obbligato, ribaltando l'iniziale vantaggio dei bulgari siglato da Carey.

Poi, nella ripresa entrano i big di centrocampo Cristante e Veretout e finisce con una cinquina (5-1) chiusa da Mancini e dal primo gol in casa di Abraham. Ed è qui la festa dei 30.000 dell’Olimpico in una serata di calcio europeo che conferma il gran feeling tra tifosi, giocatori e Mourinho alla sua sesta vittoria consecutiva da quando siede sulla panchina romanista tra campionato e Coppa.
Il portoghese rivoluziona il centrocampo, solo panchina per Cristante e Veretout, spazio in mediana a Diawara e Villar, che partono per la prima volta titolari in questa stagione. In avanti, come previsto spazio ad El Shaarawy, Carles Pérez e Shomurodov, mentre in difesa torna Smalling. Avvio nel segno del Cska che nonostante le tante assenze prova a sorprendere la Roma e ci riesce già al minuto 10’. I giallorossi si fanno sorprendere in contropiede, Wildschut se ne va sulla sinistra e crossa basso in area, Carey riesce con un tocco a superare in tunnel Mancini e da posizione defilata infila Rui Patrício sul secondo palo. A sorpresa, Cska in vantaggio.

La «banda» Mourinho reagisce subito e si catapulta in avanti alla ricerca del pari che arriva venti minuti dopo grazie ad un capolavoro di Pellegrini: il capitano giallorosso riceve al limite dell’area da Karsdorp, stoppa e al volo lascia partire una parabola a giro sul secondo palo che si insacca all’incrocio dei pali.

Raggiunto l’1-1, la Roma continua a spingere e il gol del 2-1 si fa attendere solo pochi minuti: Shomurodov spezza la difesa bulgara con una potente accelerazione partita da centrocampo, il numero 14 giallorosso dopo due rimpalli riesce a tornare sulla sfera e a servire El Shaarawy che calcia in maniera potente sul primo palo, non lasciando speranze a Busatto. Come contro il Sassuolo è sua la firma sul vantaggio romanista: terzo gol in stagione per il Faraone in appena 96’ giocati.

All’inizio del secondo tempo Roma in difficoltà, i giallorossi non riescono a uscire dalla propria area con i bulgari più volte in grado di impensierire Rui Patricio. E Mourinho corre ai ripari, spazio alla coppia titolare di centrocampisti formata da Cristante e Veretout, che sostituiscono Diawara e un buon Villar. Subito arrivano i risultati della mossa del tecnico portoghese: ecco il 3-1 firmato ancora da Pellegrini. Inizia l’azione Calafiori, che anticipa il suo uomo di testa, sfera che arriva a El Shaarawy che premia proprio la sovrapposizione del numero 13 che arriva sulla linea di fondo, perfetto il cross rasoterra a rimorchio per Pellegrini che calcia sporco ma riesce comunque a ingannare Busatto. È il tris per la Roma, che nel finale centra il poker, calato da Mancini, lesto a ribattere in rete da pochi passi dopo un paolo colpito da Smalling. La gioia dei giallorossi non finisce qui perché arriva anche la cinquina con il primo gol di Tammy Abraham all’Olimpico. Una «manita» quella della Roma di Mourinho nella prima nella nuova competizione Uefa che fa cantare a squarcia gola un Olimpico aperto a metà ma pieno di gioia e speranza per l'era targata «Mou» che meglio di così non poteva partire.

Roma-Cska Sofia 5-1

RETI: pt 10’ Carey, 25’ Pellegrini, 38’ El Shaarawy; st 17’ Pellegrini, 37’ Mancini, 39’ Abraham

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio 6; Karsdorp 7 (1’ st Ibanez 6), Mancini 7, Smalling 7, Calafiori 7 (32’ st Kumbulla sv); Villar 6 (13’ st Veretout 6.5), Diawara 6 (13’ st Cristante 6); Carles Perez 6.5, Pellegrini 7.5 (29’ st Abraham 7), El Shaarawy 7; Shomurodov 7. In panchina: Fuzato, Reynolds, Borja Mayoral, Zaniolo, Darboe, Zalewski, Mkhitaryan. Allenatore: Mourinho 7

CSKA SOFIA (4-4-2): Busatto 5; Turitsov 4.5 (29’ st Donchev sv), Mattheji 5, Galabov 5, Mazikou 5.5; Yomov 4.5 (22’ st Bai 6), Muhar 5.5, Lam 5, Wildschut 4.5; Carey 6.5, Krastev 5.5 (42’ st Ahmedov sv). In panchina: Evtimov, Varela, Catakovic. Allenatore: Mladenov 5

ARBITRO: Nyberg (Svezia) 6

NOTE: serata serena, terreno in buone condizioni. Al 35' st Wildschut espulso per doppia ammonizione (entrambe per trattenuta). Ammonito: Lam. Angoli: 5-5. Recupero: 3’, 3’

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X