Lunedì, 17 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Spalletti: "Osimhen, cerca il pallone, non come altri che ho avuto". Napoli-Venezia: le formazioni
SERIE A

Spalletti: "Osimhen, cerca il pallone, non come altri che ho avuto". Napoli-Venezia: le formazioni

Paolo Zanetti, allenatore dei lagunari. «Se siamo arrivati fino a qui è perché ce lo siamo meritati, ora ci misuriamo contro grandi campioni». Numerose le defezioni fra gli ospiti
Luciano Spalletti, Victor Osimhen, Sicilia, Calcio
Spalletti punta molto su Victor Osimhen

La definisce una «sfida bellissima», anzi usa il termine «arrapante», vuole rispondere «alla voglia di vincere dei tifosi che vediamo nei loro occhi», ma ricorda che «tanti altri vogliono vincere e quindi non bisogna essere esagerati chiedendo subito il massimo, partiamo e valutiamo con calma». Luciano Spalletti lancia così il suo esordio ufficiale sulla panchina del Napoli, alla vigilia della sfida alla neopromossa Venezia (22 agosto 2021, ore 20.45), in un Maradona per la prima volta con oltre 25.000 tifosi dopo un anno e mezzo di tribune e curve deserte per il Covid.

L’allenatore sicuro: «Non mi manca niente»

L’ex tecnico di Roma, Inter e Zenit San Pietroburgo ha voglia di cominciare la nuova avventura, non si lamenta di essere l’unico colpo di mercato ma vuole tenersi i campioni a partire da Insigne e Manolas: «Non mi sembra - dice - ci manchi niente, mi aspetto di vedere la convinzione di sapere di essere forti. È chiaro che se capita qualcosa per completare la rosa lo faremo, ma a me non manca niente per fare il nostro percorso». E su Insigne: «Mi sembrerebbe strano che un ragazzo che vedo arrivare sorridente, che vuole scherzare con compagni e dare sempre il suo contributo possa avere incertezze dal mercato e dal contratto. Quando dissi che ero felice di venire qui intendevo soprattutto per i calciatori della rosa, non solo per la bellezza della città. I nomi della rosa preferirei tenerli e su loro mi baso per il futuro. Il presidente su Insigne e Manolas ha già parlato e quei nomi sono dentro il gruppo, alzano il livello della qualità degli altri che ci giocano vicino».
I due saranno in campo nel 4-3-3 che Spalletti prepara per domani, con il tridente Politano-Osimhen-Insigne, con la classe di Zielinski e Ruiz e l’ordine affidato a Lobotka a centrocampo, con Manolas e Koulibaly a chiudere la porta con Rui e Di Lorenzo esterni e Meret in porta. L’11 base c'è e ci sono le alternative a cominciare da Lozano, Elmas, Rrhamani, Ounas,aspettando il rientro di Demme e Mertens. Ma Spalletti si fida di tutta la rosa, cita anche Malcuit e Ghoulam per la fascia sinistra, e cita Juan Jesus, l’unico volto nuovo, che ha voluto: «Lo conosco bene - dice, riferendosi agli anni giallorossi - quando l’ho lasciato era al livello degli altri, è stata una grande occasione che Giuntoli ha portato a casa e ci darà una mano importante, sa adattarsi a centrale e terzino sinistro, è forte, veloce, integrissimo».

Koulybaly dà l'esempio

Spalletti vuole vedere i risultati al termine di un precampionato di tutte vittorie, ma i risultati contano da domani: «Abbiamo completato il lavoro - spiega - in questa settimana. ho visto cose buone con il 4-2-3-1 e con il 4-3-3, mi piace la costruzione a tre che hanno fatto, la duttilità nel riconoscere i comportamenti da mettere in pratica. Mi piace la qualità degli elementi, la loro disponibilità a essere un gruppo. Poi la differenza la fa ad esempio il comportamento regale di uno come Koulybaly che potrebbe permettersi tutto e invece è il più umile».
I punti fermi ce li ha, ora vuole i gol e il gioco e allora cita Osimhen, pronto a esplodere del tutto dopo i primi 10 gol di assaggio dello scorso anno: «È un attaccante - dice il tecnico - che va su ogni pallone, non come altri che ho avuto che si lamentano se non gliela dai precisa». Da lui vuole i gol, ma sa che può averli da tanti azzurri e da domani sono attese le risposte

Le «belle sensazioni» di Zanetti

La prima partita per il Napoli sembra facile, ma il Venezia vuole rovinare la festa del Maradona. «Abbiamo delle belle sensazioni e siamo carichi per l’esordio, abbiamo lottato per raggiungere questo sogno», ha detto oggi il tecnico del Venezia, Paolo Zanetti. «Se siamo arrivati fino a qui - ha aggiunto - è perché ce lo siamo meritati, ci siamo creati la possibilità di misurarci contro grandi campioni». Nella rosa del Venezia, in pochi hanno già avuto a che fare con la massima serie, ma questo non spaventa Zanetti. «Dovremo essere bravi e veloci a capire il campionato - ha spiegato - a interpretarne le dinamiche tecniche. Ci vorrà del tempo, è normale, quello che ripeto ai miei giocatori ogni giorno, però, è che non scendiamo in campo per prenderle. Andremo sul rettangolo di gioco senza paura, i miei uomini devono sentirsi adeguati e all’altezza. E divertirsi». Il tecnico ha quindi spiegato che non intende abbandonare i propri principi di gioco nel corso della stagione, puntando molto sulla costruzione, come l'anno passato, «per quanto dovremo adattarci alle altre squadre, sono di un altro livello e cercheranno di mantenere il pallino in campo. Anche per questo in fase di mercato abbiamo cercato dei giocatori fisici che possano fare da cerniera, visto che i calciatori tecnici - ha concluso - hanno costi per noi al momento proibitivi».
La serie A per il Venezia comincerà con l’handicap. «Abbiamo una lunga lista di indisponibili - ha detto Zanetti -: Modolo, Aramu, Mazzocchi e Vacca sono squalificati dallo scorso campionato, Crnigoj invece è infortunato. Mancheranno anche Busio e Okereke, in attesa di visto». In porta dovrebbe difendere i pali Maenpaa, grande protagonista nella seconda parte della scorsa stagione. «Rientra da un infortunio - ha riferito il tecnico -. Ieri e oggi si è allenato bene, domani abbiamo l’ultimo test prima della partita, ma sono fiducioso che possa partire dal primo minuto. Al 99% sarà del match, in alternativa è pronto Lezzerini».

Probabili formazioni, arbitro, tv

NAPOLI
(4-3-3)
1 Meret
22 Di Lorenzo, 44 Manolas, 26 Koulibaly, 6 Mario Rui
8 Fabian Ruiz, 68 Lobotka, 20 Zielinski,
21 Politano, 9 Osimhen, 24 Insigne
A disposizione: 25 Ospina, 12 Marfella, 2 Malcuit, 33 Rrhamani, 5 Juan Jesus, 7 Elmas, 23 Machach, 11 Lozano, 33 Ounas, 37 Petagna
Allenatore Spalletti
Squalificati: nessuno
Diffidati: nessuno
Indisponibili: Demme, Ghoulam, Mertens

VENEZIA
(4-3-3)
1 Maenpaa
22 Ebuhei, 31 Caldara, 32 Ceccaroni, 28 Schnegg
16 Fiordilino, 42 Peretz, 18 Heymans
11 Sigurdsson, 9 Forte, 17 Johnsen
A disposizione: 12 Lezzerini, 34 Bertinato; 3 Molinaro, 30 Svoboda; 6 Dezi, 8 Tessmann, 19 Bjarkason; 20 Di Mariano, 23 Karlsson, 25 Galazzi
Allenartore Zanetti
Squalificati: Aramu, Mazzocchi, Modolo, Vacca
Diffidati: nessuno
Indisponibili: Ala-Myllymachi, Busio, Crnigoj

Arbitro: Aureliano di Bologna

Data: 22 agosto 2021
Orario di inizio: 20.45
Quote Snai: 1,24; 6,25; 11,00
Tv: Dazn. Streaming Dazn

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X