Venerdì, 14 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Sequestro da tre milioni, Di Stefano era il "gestore ombra" di alcune pompe funebri
DIA

Sequestro da tre milioni, Di Stefano era il "gestore ombra" di alcune pompe funebri

di

RAGUSA. È stato un socio in affari a «tradire» i Distefano. Lo ha fatto senza volerlo, con un’operazione sospetta – un versamento in contanti, ben oltre i 10 mila euro – che s’è … meritata una segnalazione di Bankitalia alla Direzione investigativa antimafia. Sono scattati così i controlli che hanno portato in queste ore a un sequestro di beni da 3 milioni a carico di Sebastiano «Roberto» Distefano, 58 anni.

L’imprenditore ragusano, coinvolto in passato anche in un’inchiesta antidroga palermitana, viene indicato come il «gestore-ombra» di alcune imprese di ambulanze e pompe funebri, ora sotto amministrazione controllata su ordine del Tribunale ibleo. Per magistrati e Dia, solo un tentativo di depistaggio il fatto che quelle aziende risultino perlopiù intestate al figlio del cinquantottenne: «Gli sono state trasferite dal padre proprio per evitare provvedimenti patrimoniali», sottolineano i vertici della Dia di Catania dove ieri s’è tenuta una conferenza stampa.

A rischio confisca sono ora dieci case e sei appezzamenti di terreno a Ragusa, Ragusa Ibla, Santa Croce Camerina, Chiaramonte Gulfi e Comiso, otto automezzi e soprattutto cinque imprese: «Croce Bianca Iblea di Distefano Sebastiano», «Centro Servizi Funerari di Distefano Fabio», «Centro Servizi Funebri srl» e «L’azzurra Onlus-Associazione di Volontariato» , oltre alla «Agid srl» che opera nel settore della ristorazione e a quote della «Aeroporto immobiliare e servizi», creata per occuparsi di parcheggi e autorimesse ma attualmente inattiva. Tutte le aziende sono state affidate a curatori giudiziari: «Nessuna chiusura – precisano gli investigatori –. Anzi, massima tutela dei posti di lavoro e del valore di queste attività perché così lo Stato dimostra di essere più f

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X