Giovedì, 04 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Jobs act, Lupi: "Segno che si ha il coraggio di cambiare il Paese"
GOVERNO

Jobs act, Lupi: "Segno che si ha il coraggio di cambiare il Paese"

SESTRIERE. «Quella di ieri è una giornata storica per il lavoro italiano, la ragione stessa per cui esiste questo governo: il coraggio di cambiare davvero il Paese». È il commento del ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, al decreto sul lavoro deciso ieri dal Consiglio dei ministri.

«Ieri - ha commentato Lupi a margine dei lavori della Winter School di Ncd al Sestriere - è stato fatto qualcosa che non era mai riuscito in passato e ricordo che c'è chi, penso per esempio a Marco Biagi, ha perso la vita per questo». Le misure introdotte dal governo, secondo Lupi, garantiscono in primo luogo «due condizioni»: «danno alle imprese la possibilità di assumere, e non dimentichiamo che il lavoro lo danno le imprese; e, in secondo luogo, elaborano un preciso percorso in base al quale un imprenditore può fornire garanzie al lavoratore. Non dimentichiamo che un imprenditore che assume non lo fa per licenziare».

«Manifestare la propria opinione è più che legittimo, ma a coloro che sono contro la Tav rispondo: 'Mi spiace per loro', perchè l'opera va avanti»: in questi termini il ministro per le Infrastrutture, Maurizio Lupi, commenta la grande manifestazione organizzata oggi a Torino dal movimento No Tav e da altre associazioni.

«Chi manifesta la sua opinione in termini civili - ha aggiunto Lupi - merita tutto il nostro rispetto. Ma chi si lascia andare a violenze non ha giustificazioni. E non io, ma i giudici di Torino, hanno già dato una chiara risposta al riguardo con condanne ineccepibili».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X