Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
ALLARME SICUREZZA

Alfano: sì a una procura antiterrorismo. Rilasciato il pakistano fermato a Fiumicino

ROMA. "Una Procura nazionale antiterrorismo può essere utile se lavora in squadra con le Procure distrettuali, ma non bisogna dimenticare che gran parte del lavoro su questo tema avviene a livello di intelligence e di informazioni preventive, non nei tribunali". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, intervenendo al programma La telefonata di Belpietro su Canale5. Il ministro ha poi ribadito l'importanza di approvare la direttiva europea sul Passenger name record, con la registrazione delle liste passeggeri sui voli UE. "Si rinuncia a un pezzo di privacy - ha spiegato - in cambio di un pezzo di sicurezza in più". Infine, Alfano ha sottolineato l'efficacia "dello scambio di informazioni tra i paesi sul terrorismo. Proprio per questo negli ultimi giorni sono stato in Albania, in Turchia e in Spagna".

Intanto, il pakistano sorpreso ieri con un passaporto falso mentre era in partenza da Fiumicino su un volo per Londra aveva richiesto in passato asilo politico in Italia. Lo si apprende da fonti di polizia. A quanto riferito, la richiesta risalirebbe allo scorso anno. L’uomo è stato rilasciato e sarà denunciato all'autorità giudiziaria per possesso e utilizzo di documento falso.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X