Giovedì, 27 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Mercato settimanale a Gela, scontro sull’assegnazione

Mercato settimanale a Gela, scontro sull’assegnazione

GELA. Un’area sarebbe già destinata alla realizzazione d’insediamenti di edilizia economica e popolare, l’altra invece avrebbe una particella in comproprietà. Sarebbero questi gli elementi essenziali che escluderebbero gli unici due imprenditori che hanno partecipato al bando di assegnazione di un’area da adibire a sede del mercato settimanale.
Una contesa, in verità, quella scoppiata tra l’imprenditore Rocco Greco e Ignazio Missud, che si trascina da mesi con ricorsi e richieste di esclusione dal bando per accaparrarsi l’affitto milionario messo a disposizione dall’amministrazione comunale impegnata sin dal suo insediamento a riordinare il mercato del martedì.
Attualmente la gestione è nelle mani di Missud che mira a riconfermare l’utilizzo del piazzale messo a disposizione e ubicato a Settefarine, nell’estrema periferia nord della città. La sua proposta però non sarebbe valida perché includerebbe una particella in comproprietà. Particolare questo che, stando al regolamento fissato dall’articolo 5 del bando di gara, la proposta doveva essere inoltrata contestualmente da Missud e dal comproprietario per essere giudicata valida.
Non sembra andare meglio all’imprenditore Rocco Greco titolare della Sifap, società che concorre all’assegnazione dell’area mercatale da affittare al Comune.
La richiesta di eliminazione della Sifap avanzata da Ignazio Missud, al settore Affari Legali del Comune, ha evidenziato delle defaillance sull’offerta avanzata dalla Sifap. Non sarebbe stato indicato che il terreno di via Butera da destinare al mercato del martedì sarebbe, ormai da cinque anni, vincolato perché inserito in un vasto piano di zona con un progetto di circa 398 mila metri quadrati. In quell’area potranno essere realizzati solo insediamenti d'edilizia economica e popolare, rimanendo nella disponibilità delle cooperative o delle imprese finanziate per essere espropriata e urbanizzata.
A seguito della richiesta avanzata da Missud i componenti della commissione chiamata a valutare le proposte di assegnazione delle aree, sono stati costretti a chiedere un chiarimento sul caso ai tecnici del settore Urbanistica del Comune. Prima di allora non sarà possibile definire la data di proclamazione del vincitore del bando per l’assegnazione dell’area mercatale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X