Sabato, 29 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Caltanissetta, «È finito il rame da rubare al cimitero»

Caltanissetta, «È finito il rame da rubare al cimitero»

Sicilia, Archivio

CALTANISSETTA. Avviso ai ladri di rame: al cimitero Angeli non c'è più nulla da rubare. Tutto quello che c'era da trafugare è stato già asportato nel corso di raid a ondate successive che non hanno risparmiato privati, comune e società di mutuo soccorso. Decine e decine di metri di gronde e pluviali, ma anche furti di vasetti e altri arredi funerari hanno fato diventare il camposanto una sorta di eldorado per i malintenzionati al punto che ieri il direttore Vito Di Palma ha annunciato: «Signori ladri non disturbatevi più. Agli Angeli non è rimasto nulla di interessante da trafugare, a parte i...fiori freschi». La constatazione - ancorché amara - del direttore del cimitero fotografa come meglio non si potrebbe la situazione in cui si trova la città dei morti dove la sacralità è stata ripetutamente violata dagli "appassionati" di quel metallo (il rame appunto) che viene piazzato e con grande facilità fra i ricettatori a tre euro al metro. Un business vero e proprio che non accusa battute d'arresto.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X