Giovedì, 26 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Dopo il culto la chiesa diventa disco: si balla per aggregare tanti giovani

Dopo il culto la chiesa diventa disco: si balla per aggregare tanti giovani

Iniziativa del pastore Iozza della comunità di via Rimini: sano divertimento tra i principi del cristianesimo

GELA. Ballare in chiesa è l’ultima innovativa idea del Pastore Nuccio Iozza. Se si tratta di ballare non c’è nulla di inconsueto, la stranezza scatta quando lo si fa dentro una chiesa. Post- assemblea domenicale il pastore della chiesa sulla roccia ha promosso una brillante iniziativa. Ha trasformato il luogo di culto in una vera e propria discoteca. Un nuovo modo per incentivare i giovani e avvicinarli al sano divertimento. “I giovani del movimento giovanile mi hanno chiesto la disponibilità ad organizzare una serata danzante nei nostri locali – racconta il pastore - ho subito accettato, accogliendo la loro richiesta. Non potevo non accettare perché il sano divertimento, l’ aggregazione, la socializzazione sono principi del cristianesimo –continua Iozza- noi come comunità ecclesiale non possiamo negare questo ai nostri giovani ma anzi sponsorizziamo al massimo queste iniziative”. L' associazione Alma de Cuba con il suo staff ha animato la serata facendo ballare più di un centinaio di ragazzi. “Siamo impegnati in molte attività di volontariato e iniziative di generosità- dichiara Mirko Grasso responsabile del movimento giovanile- abbiamo dimostrato che noi giovani possiamo divertirci in modo sano, utilizzando solo un locale e la buona musica ”. La serata ha raggiunto l’obiettivo prefisso. La partecipazione numerosa è andata oltre le aspettative. Sono stati lanciati dei messaggi importanti, tutti i giovani hanno detto no alle droghe, no all’ abuso di alcolici ma si al divertimento, l’affluenza dei tanti giovani accorsi in via Rimini lo ha confermato. Il presidente dell'associazione “Pensare futuro” Rosario Emmanuello ideatore dello slogan “ri-party-amo” si dice soddisfatto della buona riuscita, certo di una replica negli stessi locali. “Questo evento fortemente voluto dalla nostra associazione- dice Emmanuello- sancisce di fatto una collaborazione con la comunità chiesa sulla roccia, uniremo le forze, quindi le idee, i progetti. Tenteremo- prosegue il presidente di pensare futuro- di trovare soluzioni ai gravissime problemi che attanagliano il nostro territorio sperando di far parlare della città in modo positivo. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X