Mercoledì, 26 Giugno 2019

Forte: "Sulle pensioni un gran pasticcio, la ripresa resta solo una promessa"

L'ex ministro delle Finanze: «Due governi della stessa maggioranza si sono succeduti senza varare un serio taglio della spesa pubblica»

PALERMO. Un governo in preda al caos. Il nuovo balletto sulle pensioni insieme alle mancate promesse sulla ripresa economica definiscono il fallimento della politica economica di questo governo. Il giudizio viene da Francesco Forte, ex ministro delle Finanze, professore universitario (aveva preso a Torino la cattedra che era stata di Luigi Einaudi) e oggi commentatore di fatti economici.


PROFESSORE LEI NON È MAI STATO TENERO CON LA RIFORMA FORNERO SOSTENENDO CHE HA DATO RISPOSTE NEGATIVE AI PROBLEMI REALI DEL PAESE. COME GIUDICA QUELLO CHE È SUCCESSO IN PARLAMENTO CON LA MANCATA SANATORIA PER I QUATTROMILA INSEGNANTI?
«È solo la conferma della gran confusione che è stata fatta attorno alla riforma delle pensioni. La Fornero e gli altri tecnici che facevano parte del governo Monti hanno sbagliato i calcoli. Si sono dimenticati che l’anno scolastico comincia l’1 settembre e non con l’orologio solare. E così hanno aperto un paragrafo in più nel generale capitolo esodati. I governi successivi hanno cercato di rimediare all’errore con i risultati che abbiamo visto. Molta confusione e scarsa efficacia. Come d’altronde gran parte della politica economica di questo governo che sta cercando di risolvere i problemi del Paese con scelte peroniste».


L'INTERVISTA COMPLEA SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X