Lunedì, 24 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Analisi e commenti

Home Analisi e commenti Palermo e il piano regolatore per il porto accantonato

Palermo e il piano regolatore per il porto accantonato

Sicilia, Analisi e commenti

Come non detto. Ci avevano illusi 24 ore prima, tirando fuori dalle secche di un ingolfatissimo ordine del giorno il Piano regolatore del porto, volano di sviluppo, economia e riqualificazione in una città ancora in ginocchio. Ieri ci hanno ripensato: in consiglio comunale sono tornate a dominare beghe politiche e baruffe di retroguardia e il piano è stato nuovamente accantonato. I dietrologi parlano di una sfida dietro le quinte fra il sindaco Diego Cammarata e l’ormai nemico Gianfranco Miccichè, di cui sarebbe fedele pupillo l’attuale leader dell’Autorità portuale, Nino Bevilacqua. Non ci importa che sia vero o falso, così come non ci importa come potrebbe essere votato l’atto. Il problema è che la politica palermitana ancora una volta decide di non decidere. E la città continua a «ringraziare» e ad attendere l’agognata fine di questa consiliatura...

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X